Marian Price McGlinchey si è dichiarata colpevole di aver fornito un telefono cellulare collegato all’attacco della Real IRA in cui morirono due soldati inglesi

Marian Price ha ammesso di aver fornito il cellulare per scopi terroristici.

L’accusa è legata all’attacco contro la caserma Massereene dell’esercito britannico avvenuto nel marzo 2009.

I genieri Mark Quinsey e Patrick Azimkar furono colpiti a morte mentre ritiravano delle pizze al cancello principale della base militare nella Contea di Antrim.

Marian Price è accusata di aver acquistato un telefono cellulare utilizzato in diverse chiamata con cui il gruppo repubblicano Real IRA ha rivendicato l’attacco.

La prominente repubblicana è anche accusata di favoreggiamento di un discorso paramilitare di incoraggiamento al terrorismo durante la commemorazione della Rivolta di Pasqua avvenuta nel cimitero di Creggan a Derry.

Oggi, durante l’udienza al Belfast Crown Court, la repubblicana si è dichiarata colpevole per entrambe le accuse.
Marian Price, Derry