L’importante repubblicana Marian Price è stata arrestata dagli inquirenti in relazione con la morte dei due soldati all’esterno di Massereene Barracks, ad Antrim

Marian PriceLa polizia in assetto anti sommossa e pesantemente armata – si parla di oltre 40 agenti – sono penetrati nella sua abitazione di Andersontown, West Belfast, e l’hanno arrestata per interrogarla sull’attacco della Real IRA di marzo scorso.

Marian Price, 55 anni, è stata arrestata insieme ad un uomo di 39 anni, fermato a Coalisland, a 60 chilometri da Belfast, nella Contea di Tyrone.

La polizia avrebbe iniziato la perquisizione dell’abitazione di Marian Price in Stockman Avenue, vicino all’autostrada M1, dopo l’arrivo di agenti con giubbotti antiproiettile a bordo di autopattuglie e Land Rovers, intorno alle 7:30 di questa mattina.

I due fermati sono stati trasportati ad Antrim per gli interrogatori.

Adesso sono 14 i fermati in collegamento con gli omicidi dei genieri Patrick Azimkar e Mark Quinsey presso la base militare.

Solo due sono stati accusati degli omicidi: Colin Duffy, importante repubblicano di Lurgan, e Brian Shivers, di Magherafelt.

Marian Price e sua sorella Dolours furono tra le persone fermate per la bomba fuori dall’Old Bailey a Londra nel 1973, quando una persona rimase uccisa e circa 200 furono ferite.

Le sorelle Price furono in seguito trasferite in una prigione nordirlandese dopo un lungo sciopero della fame (durato oltre 200 giorni).

L’episodio le assicurò un posto di alto rilievo nel movimento repubblicano.

Marian Price è poi divenuta una voce critica delle decisioni dello Sinn Fein, specialmente quando il partito acconsentì alla demolizione degli arsenali dell’IRA e appoggiò il processo di pace sfociato nel Good Friday Agreement.

Attualmente è una dei leader del 32 County Sovereignty Movement e guida anche l’Irish Republican Prisoners Welfare Association, che si occupa dei prigionieri repubblicani.