Marian Price è tornata dietro le sbarre la notte scorsa dopo che un detective aveva riferito al giudice di ritenere che la repubblicana avrebbe tentato di interrompere la visita della Regina nella Repubblica di questa settimana.

Alla Price era stata concessa la libertà con la condizionale, dopo essere comparsa presso la Londonderry Magistrates Court con l’accusa di incoraggiare il sostegno ad un’organizzazione illegale, ma è stata immediatamente riarrestata dopo che il segretario di Stato Owen Paterson ha revocato la sua licenza di rilascio.

Marian Price respinge qualsiasi accusa.

La prominente repubblicana di Belfast, segretaria nazionale del 32 County Sovereignty Movement, è stata accusata dopo aver retto un foglio di carta da cui un uomo mascherato ha letto una dichiarazione, durante la commemorazione repubblicana al City Cemetery di Derry City a Pasqua.

Un sergente della PSNI ha detto in un’aula di tribunale pesantemente sorvegliata che la polizia si opponeva al rilascio perché la Price avrebbe potuto nascondersi.

Ha aggiunto: “Il 32 County Sovereignty Movement ha apertamente dichiarato di voler compiere atti per perturbare eventi che si verificheranno in un prossimo futuro, come la visita reale, e che può significare futuri eventi di ordine pubblico che avrebbero potuto vedere coinvolta la convenuta.”.

L’ufficiale ha detto che durante la commemorazione, un uomo mascherato, che pretendeva di rappresentare la Real IRA, ha letto una dichiarazione nella quale ha minacciato di assassinare qualsiasi nazionalista o repubblicano visto come un traditore.

Marian Price @ Derry Court

“Ha anche fatto riferimento circa la prosecuzione della campagna militare”, ha aggiunto. L’ufficiale ha detto che la Price ha negato di conoscere il contenuto del foglio di carta fino a quando non è stato letto. Ma il poliziotto ha sostenuto che la donna ha ammesso di aver partecipato a questo evento annuale nel 2009 e nel 2010, in cui furono lette dichiarazioni analoghe, per cui lei avrebbe conosciuto il tono del contenuto.

L’avvocato difensore Peter Corrigan ha affermato che la sua cliente ha tenuto il foglio di carta a causa del vento.

Secondo il legale la decisione del Segretario di Stato di revocare la licenza alla Price ha portato “qualcosa di passato nella presunzione di innocenza”.

Paterson ha mandato la Price di nuovo in prigione dopo il parere dei Parole Commissioners sull’incremento del rischio posto in essere dalla donna. Marian Price era stata liberata su licenza da un ergastolo comminato per l’attentato dell’IRA all’Old Bailey a Londra nel 1973.

Il giudice distrettuale Barney McElhome aveva rilasciato la Price dietro cauzione di 5.000 sterline, più due fideiussioni da 10.000 sterline ciascuna, e le ordinò di consegnare il suo passaporto alla PSNI, risiedere nella sua casa di Belfast e di non prendere parte, assistere o partecipare ad alcuna riunione in cui avrebbero potuto partecipare i membri di un’organizzazione prescritta.

Ma poiché la sua licenza è stata revocata, la Price è stata rimandata in custodia cautelare. Comparirà nuovamente in tribunale il 9 giugno in collegamento video.

Un gruppo di circa 50 sostenitori hanno sorretto cartelli in cui chiedeva la sua liberazione, gridando ripetutamente “SS RUC”. Hanno tentato di bloccare la macchina della polizia che ha portato via Marian Price dal palazzo di giustizia di Bishop Street..