La prominente repubblicana è stata trasferita da Maghaberry alla prigione di Hydebank Wood, fuori Belfast

Marian Price | Andrea Aska VaracalliGiovedì sera un prete ha descritto la sua continua detenzione come una forma di internamento.

La denuncia è stata “completamente respinta” dal Segretario di Stato Owen Paterson, colui che ha revocato la licenza di Marian Price lo scorso maggio.

Il servizio carcerario ha spiegato a BBC che il trasferimento è stato deciso dopo il consiglio clinico rilasciato dal personale del South Eastern Trust.

E’ stato comunicato che dal suo ritorno in carcere, nove mesi fa, il Prison Service ed il Trust hanno, in diverse occasioni, discusso e rivisto i bisogni della donna mentre si trova in custodia.

Marian Price è stata rimandata in cella lo scorso maggio, dopo aver partecipato ad un raduno repubblicano a Derry. Contro di lei un’0accusa legata all’omicidio di due soldati britannici a Massereene Barracks, da sempre negata dalla repubblicana.

Una forma di internamento

Giovedì sera si è svolto a Derry un incontro dei suoi sostenitori.

L’ex cappellano carcerario Monsignor Raymond Murray ha detto che la decisione di Paterson porta gli echi del passato alle orecchie nazionaliste.

“Questa è una forma di internamento”, spiega Monsignor Murray, cappellano nella prigione di Armagh per quasi 20 anni.

“Sono scioccato che il Segretario di Stato non si renda conto di come la popolazione nazionalista prenda seriamente l’internamento.

“Pensavamo fosse terminato, invece eccolo di nuovo, sotto forma di revoca della licenza.

“Dovrebbe spiegarci il procedimento di legge che riguarda Marian Price.

“In quale modo avrebbe infranto la legge? Lei è stata spinta con la forza in carcere con un pretesto in una maniera ingiusta”.

Proteggere la popolazione

Il Northern Ireland Office ha fatto sapere: “In seguito ad una raccomandazione della Commissione per il RIlascio con la Condizionale, il Segretario di Stato ha revocato la licenza di Marian McGLinchey (il cognome del marito, Ndt) il 15 maggio 2011.

“In accordo con quanto stabilito dall’Ordine sulle Sentenze a Vita del 2011, il Segretario di Stato può revocare una licenza quando si rende necessaria la protezione della popolazione da gravi danni e per prevenire la realizzazione di ulteriori reati.

“Le persone rilasciate con licenza sono obbligate ad agire in base ai termini del rilascio.

“La signora McGlinchey è stata accusata di due reati legati alla Legge Anti Terrorismo (Terrorism Act, Ndt) del 2000, uno dei quali legato gli omicidi di Massereene.

“In queste circostanze, e valutando la necessità di proteggere la popolazione, la licenza della signora McGlinchey è stata revocata. Un comitato indipendente per il rilascio sta adesso valutando il suo caso.

“Il Segretario di Stato rsepinge interamente le accuse che parlano di internamento senza processo.

“Un adeguato procedimento viene seguito tutte le volte: la signora McGLinchey è a conoscenza del caso intentato contro di lei e ha l’opportunità di opporsi, e fornire le adeguate prove, durante le udienze per il rilascio con la condizionale”.