Mark Durkan, SDLP

Il parlamentare SDLP Mark Dorkan ha sostenuto una mozione a Westminster che chiede un’indagine indipendente internazionale sul massacro di Ballymurphy del 1971, in cui 11 persone furono assassinate dai paracadutisti inglesi a West Belfast, cinque mesi prima del Bloody Sunday

Mark Durkan, che aveva già sviluppato un dibattito nella Westminster Hall sul massacro e aveva lavorato coi parenti delle vittime per consegnare una petizione a Downing Street chiedendo un’indagine indipendente sugli omicidi, si è detto “profondamente preoccupato” dalla decisione del governo britannico di non istituire un comitato revisore per controllare le prove collefate agli omicidi.

Durkan si è detto anche “sgomento” per la continua negazione della giustizia alle famiglie delle vittime.

Ha aggiunto Durkan: “Proprio come nella campagna per il Bloody SInday, la terribile perdita di vite umane, l’innocenza degli uccisi e la negazione della verità rendono la campagna per Ballymurphy di principale importanza.

“Questa campagna merita di attirare il sostegno e l’attenzione di tutti.

“Tutte le persone colpite a Ballymurphy caddero sotto il fuoco dei soldati del Reggimento Paracadutisti, che solo cinque mesi dopo assassinarono persone innocenti a Derry nel Bloody Sunday.

“Le famiglie delle vittime meritano che la compassione e l’innocenza dei loro cari siano vendicate”, prosegue Durkan.

“Hanno bisogno di un’autorità indipendente per farlo e lo SDLP spingerà il governo ad ascoltare e prestare attenzione alle loro richieste.

“Chiederemo quindi il governo di rilasciare una dichiarazione di innocenza, di inviare scuse alle famiglie, e provvedere ad un’indagine internazionale indipendente che esamini le circostanze di queste morti”, conclude Mark Durkan.