Martin McGuinness stringe la mano a Elisabetta II

Gerry Adams dice che la decisione del vice primo ministro “potrebbe provocare difficiìoltà ad alcuni repubblicani

Il vice primo ministro nordirlandese Martin McGuinness ha accettato l’invito a partecipare la prossima settimana a un banchetto di Stato in onore della visita del presidente Michael D Higgins in Gran Bretagna.

Le cena, organizzata dalla regina Elisabetta II, si terrà al Castello di Windsor e dovrebbe vedere ospiti anche il Taoiseach (primo ministro irlandese) Enda Kenny, il primo ministro nordirlandesePeter Robinson e Tánaiste (il vice primo ministro irlandese) Eamon Gilmore.

In una dichiarazione il leader dello Sinn Féin Gerry Adams ha accolto favorevolmente la visita di Stato “nel contesto della costruzione di nuove relazioni interne all’Irlanda e tra le isole”, ma ha aggiunto che la partecipazione di Martin McGuinness potrebbe causare difficoltà in alcuni repubblicani.

La visita, ha detto, deve essere vista sullo sfondo dei “grandi cambiamenti politici che hanno avuto luogo negli ultimi anni. Cambiamenti in cui i repubblicani irlandesi hanno giocato un ruolo di primo piano”.

Riaffermando l’obiettivo dello Sinn Féin di ottenere un’Irlanda unita “che possa accogliere coloro che si definiscono britannici”, Adams ha detto che era “all’interno di questo contesto” che Martin McGuinness ha accettato l’invito a partecipare.

Adams ha detto che la decisione di partecipare è in linea con la “transizione che è in corso” tra l’Irlanda e la Gran Bretagna.

“C’è ora un modo pacifico e democratico per terminare l’Unione e la Partizione [dell’Irlanda]. Si tratta di un lavoro in corso e il Sinn Féin accetta che vi sia un onere a noi per convincere i nostri vicini unionisti che i loro interessi sono meglio serviti in una nuova , concordata Irlanda “, ha detto Adams.

Tuttavia, il leader del Sinn Féin ha detto che la decisione potrebbe non essere accota positivamente , causando difficoltà in alcuni repubblicani.

“Mi appello a loro affinché vedano la cosa positivamente, nel contesto degli obiettivi repubblicani e democratici e negli interessi della pace e dell’unità di quest’isola”, prosegue Adams.

“Il valore ed il reale significato della visita del presidente Higgins saranno realizzati solamente se la pace e i processi politici saranno costruiti da entrambi i governi. Ciò significa implementare tutti gli eccezionali elementi dell’Accordo del Venerdì Santo e degli altri Accordi”.