Martin McGuinness è stato chiamato a rivelare tutto ciò che conosce sulle morti legate ai Troubles piuttosto che fornire testimonianza solo in alcune inchieste

Il parlamentare per East Londonderry Gregory Campbell ha detto che, per mantenere la propria credibilità, il vice primo ministro dello Sinn Féin dovrebbe “dire la verità, tutta la verità e nient’altro che la verità” sui Provisional IRA di Derry.

Campbell ha rilasciato il commento dopo che l’ex comandante IRA ha accettato di collaborare con l’inchiesta relativa alla morte del giovane Seamus Bradley.

Bradley, 19 anni, si trovava nel quartiere di Creggan, Derry, fu colpito e ucciso dal proiettile sparato da un soldato del Royal Scots Regiment nel 1972 durante l’Operazione motorman – il tentativo dell’esercito britannico di controllare le aree repubblicane di Belfast e Derry che erano state dichiarate “No-go areas” (aree in cui non andare, Ndt) per le forze di sicurezza.

Martin McGuinness ha acconsentito a collaborare con il procedimento, in ogni modo che gli sia possibile.

Il leader dello Sinn Féin ha indicato che spetterà al tribunale decidere se chiamarlo direttamente a testimoniare piuttosto che attraverso una dichiarazione scritta.

A McGuinness è stato chiesto di fornire informazioni all’inchiesta sulle attività dell’IRA a Derry all’epoca dell’omicidio di Seamus Bradley.

La morte del giovane avvenuta nel luglio 1972 è avvolta da polemiche, perché l’IRA all’epoca aveva quasi certamente fermato le sue attività.

Questo omicidio è oggetto di una delle 56 inchieste sui Troubles che devono ancora essere avviate in Irlanda del Nord.

Il giudice Weir, che presiede l’Alta Corte, sta attualmente conducendo una revisione della durata di due settimane per valutare lo stato di preparazione di ciascun caso.

L’intervento di McGuinness è emerso quando il giudice Weir è stato aggiornato sul casi di Seamus Bradley.

Padraig O’Muirigh, avvocato di Martin McGuinness, ha detto: “McGuinness mi ha incaricato di confermare che collaborerà con il procedimento e assisterà la famiglia Bradley.

“La forma di aiuto che potrà fornire resta a discrezione del giudice”.

Parlando della novità, Gregory Campbell ha detto che McGuinness ha spesso dichiarato “ciò che non ha fatto” ma non ha ancora rivelato quello che ha fatto mentre era il secondo in comando dei Provisional IRA a Derry.

“Il vice primo ministro è sempre stato pronto ad offrire un parere sul ruolo degli altri nei Troubles, ma ha taciuto sul suo ruolo. Considerato questo fatto, qualunque prova fornisca durante quest’ultima apparizione in tribunale deve essere messa seriamente in discussione

“Ci sono molte famiglia in Irlanda del Nord con una sedia vuota. Le vittime della bomba di Claudy o di Enniskillen desiderano vedere McGuinness in tribunale a raccontare tutto ciò che sa su queste atrocità” ha proseguito il politico unionista.

“Martin McGuinness deve fornire testimonianza completa e totale. Altrimenti verrà visto come una trovata politica anziché un serio tentativo di affrontare il passato”.