Il candidato presidente dello Sinn Fein ha negato di essere stato membro dell’IRA all’epoca della bomba di Enniskillen nel 1987, ma di “vergognarsi” per l’accaduto

Bomba di EnniskillenUndici persone furono uccise nell’esplosione avvenuta mentre partecipavano alla “Domenica del Ricordo” presso il cenotafio cittadino.

“E’ stato assolutamente terribile ed atroce”, ha detto McGuinness a RTÉ. “No, non ero un membro dell’IRA all’epoca”.

Il politico dello Sinn Fein in precedenza aveva ammesso di essere il comandante della brigata di Derry, ma insiste di aver abbandonato l’organizzazione paramilitare repubblicana nel 1974.

Tutti i sette candidati alle presidenziali stavano prendendo parte a un dibattito televisivo, durante il quale McGuinness ha anche affermato: “Conosco giornalisti che, se ne avessero la possibilità, mi accuserabbero per la Rivolta del 1916 e per la Guerra d’Indipendenza”.

Per il leader dell’UUP Tom Elliott “è perfettamente chiaro alla popolazione nordirlandese che lo Sinn Fein farà e dirà qualsiasi cosa dettato dalle circostanze”.

“Martin McGuinness sta chiedendo agli elettori della Repubblica d’Irlanda di credergli quando dice di vergognarsi per gli attacchi come quello di Enniskillen”, prosegue Elliott.

“Forse è così, ma si vergogna abbastanza per consegnare le persone responsabili? O sta cercando di usare i morti di Enniskillen nel tentativo disgustoso e vergognoso di migliorare le prospettive elettorali nella Repubblica?”

Arlene Foster, parlamentare del DUP per la zona, sfida McGuinness a parlare con l’Historical Enquiries Team riguardo alla bomba senza avvertimento esplosa ad Enniskillen.

“Se davvero McGuinness ritiene che gli omicidi di quel giorno sono una vergogna, allora non dovrebbe aver problemi a parlare con l’HET e rispondere a qualsiasi loro domanda”, afferma la Foster.

“Le voci durate decenni dicono che la bomba di Enniskillen fu un lavoro dei Provos di Derry, dove Martin McGuinness era il numero due nel comando della PIRA.

“Piuttosto che domandare una commissione internazionale sulla verità per analizzare queste cose, sarebbe più di aiuto se McGuinness dicesse la verità su questo attacco all’HET”.

McGuinness continuerà il testa a testa con David Norris, Dana Rosemary Scallon, Gay Mitchell, Michael D Hinngins, Mary David e Sean Gallagher fino alle elezioni presidenziali del 27 ottobre.