Mary-Lou McDonals | © Julien Behal/PA Wire
Cresce la pressione su Gerry Adams, dopo che la vice presidente dello Sinn Féin Mary-Lou McDonald conferma l’intenzione di voler correre per la successione.

La McDonald non ha escluso di desiderare la leadership del partito quando il posto di presidente sarà disponibile.

La laureata al Trinity College ha specificato di non credere che l’attuale presidente Gerry Adams passi la mano prima di due anni.

Ma per la prima volta ha indicato che intende salire sul ring, suggerendo che potrà avvenire nel 2016, nel centenario della Rivolta di Pasqua.

La conferma arriva in un momento di pressione crescente su Gerry Adams, dopo la condanna del fratello Liam per abusi sessuali e le domande sulle gestione dei casi dei Disappeared. L’attuale presidente shinner ha sempre negato il suo coinvolgimento nelle attività dell’IRA.

Ci sono state speculazioni crescenti riguardo al mantenimento della leadership da parte di Adams dopo le accuse di aver nascosto informazioni sugli abusi di Liam su sua figlia Aine. Un documentario sui Disappeared e la reazione di Adams al rapporto dello Smithwick Tribunal – in cui si affermava che il Soprintendente della RUC Bob Buchanan non aveva preso sul serio la propria sicurezza – sono stati dannosi per la sua immagine.

Tuttavia la McDonald dice di aver fiducia nel parlamentare eletto a Louth.

“Penso che Gerry sia stato un leader eccezionale sotto ogni punto di vista, è bello lavorare con lui”, ha riferito al domenicale dell’Irish Mirror. “È stato il mio mentore politico per oltre un decennio. Siamo buoni amici.

“Ma lui è un uomo buono con cui lavorare, non è egoista, lascia che le persone trovino la propria strada e facciano i loro errori. Ha la mia piena fiducia”.

Nonostante questo, la McDonald aggiunge: “Nessuno resta al proprio posto di lavoro per sempre. La gente va oltre”, prima di dichiarare la sua ambizione di diventare la prossima numero uno dello Sinn Féin.

“Verrà un tempo in cui Gerry farà un passo da parte e la dirigenza cambierà”, ha detto.

“Non credo succederà quest’anno o l’anno prossimo.

“Quando questa situazione si presenterà, vorrei prendere in considerazione la mia posizione e presentarmi per quel ruolo”.