Colin Duffy è stato prosciolto dalle accuselegate all’attacco repubblicano contro Massereene Barracks

Colin Duffy - Brian ShiversIl giudice Anthony Hart ha riferito in aula di essere soddisfatto del ritrovamento del DNA di Colin Duffy sulla fibbia della cintura di sicurezza della macchina utilizzata per la fuga dal gruppo di fuoco e su un guanto di lattice – ma ha spiegato che l’accusa non è riuscita a collegare l’accusato con l’attacco.

“Considero non sufficienti le prove che mi dovevano convincere oltre ogni ragionevole dubbio che, qualsiasi cosa Duffy possa aver fatto dopo aver indossato il guanto in lattice o toccato la cintura di sicurezza, stesse preparando in qualche modo l’automobile per questo attacco omicida”, ha dichiarato il giudice.

“E quindi lo dichiaro non colpevole”.

Il giudice Hart ha presieduto il processo senza giuria sin dall’inizio di novembre.

Duffy era accusato per gli omicidi dei genieri Mark Quinsey, 23 anni, e Patrick Azimkar, 21 anni, colpiti a morte mentre ritiravano delle pizze all’esterno della caserma di Antrim il 7 marzo 2009.

I due soldati, insieme ai commilitoni del 38° Reggimento Genieri, si apprestavano a partire per l’Afghanistan.

Dopo la sentenza, Duffy dovrebbe essere immediatamente rilasciato dalla custodia.

Tra poco è atteso il verdetto in relazione all’altro co-imputato, Brian Shivers.

Entrambi gli uomini hanno sempre negato qualsiasi accusa.

L’attacco era stato rivendicato dalla Real IRA.