Matt Baggott | Chief Constable | Comandante della Polizia | PSNIIl Chief Constable (Comandante della polizia) della PSNI ha paragonato i repubblicani alle bande criminali incontrate a Londra negli anni Ottanta.

In un’intervista rilasciata ieri, Matt Baggott ha anche affermato di essere stato chiamato da Dio a ricoprire la carica di comandante della forza di polizia nordirlandese.

Il suo commento giunge quando il livello di minaccia da parte dei repubblicani è al massimo.

“Credo che sia diverso in piccola parte ma è lo stesso, ad esempio, che dover affrontare le bande di strada di Brixton”, ha affermato Baggott. “Prima di ha la glorificazione, la mitologia della violenza e in una certa misura il martirio.

“Credo vada infranto dalla realtà che attualmente nessuno abbia firmato per questo”.

Baggott ha sostituito Hugh Orde lo scorso settembre.

Il cinquantunenne, padre di tre figli, è anche presidente della Christian Police Association. Dice che l’attuale ideologia gioca un ruolo minore nella violenza dei repubblicani rispetto che nelle precedenti campagne armate.

“E’ più diffuso ora, è più basato sulla personalità, è più centrato geograficamente”, ha affermato.

“E’ molto più basato su chi si conosce piuttosto che su un insieme chiaro di ideologie o gerarchie”, continua Baggott durante l’intervista nel programma Seven Days di BBC Radio Ulster.

Il parlamentare shinner per South Belfast, Alex Maskey, afferma che il comandante della polizia comprende i particolari problemi della polizia nella provincia.

“Non credo che Matt Baggott fosse rinunciatario sul problema del livello della minaccia dei dissidenti”, dice Maskey, membro del Policing Board nordirlandese.

“Lo sta osservando nella sua totalità e sembra conoscere in profondità la situazione così come le sensibilità – sebbene io non sia d’accordo con tutto quanto è stato fatto.

“In quell’intervista Baggott è andato oltre rispetto alla sola comparazione tra i dissidenti e le bande di strada londinesi – ha avuto un approccio olistico”. Baggott, un cristiano rinato, dice che la sua intera carriera nella polizia, iniziata 33 anni fa, è stata disegnata per lui da un potere superiore.

“Siamo giunti ad un punti nelle nostre vite, intorno alla fine della primavera, inizio estate dello scorso anno, dove abbiamo sentito tutti che qualcosa stava per accadere, abbiamo tutti una forte credenza cristiana”, ha proseguito.

“Ritengo lo descriverei come una chiamata, non intendendolo in maniera arrogante perché era un’intervista e la gente deve avere i propri giudizi, ma qui ci siamo fortemente sentiti trascinati”.