Matt Baggott

Il comandante della polizia lascerà il timone di comando della PSNI alla fine di questo mese

Matt Baggott lascerà la guida della PSNI il 29 giugno e sarà sostituito da George Hamilton il giorno seguente.

Il comandante della polizia nordirlandese sarebbe dovuto andare in pensione alla fine di agosto, dopo cinque anni alla guida della PSNI, ma la data della sua partenza è stata ora resa nota.

I particolari sono stati confermati mentre presenziava alla sua ultima riunione presso il Policing Board avvenuta giovedì.

Matt Baggott ha detto: “Ho avuto l’enorme privilegio di essere il capo della polizia, guidandola attraverso la devolution dei poteri di polizia e giustizia e nei primi anni di queste istituzioni. Sono stato testimone di innumerevoli atti di coraggio, compassione e impegno della PSNI, la più bella polizia del mondo.

“Sono profondamente rattristato per la morte, durante il mio mandato, dei collegho Ronan Kerr e Philippa Reinolds, e per il ferimento di molti altri mentre servivano imparzialmente la popolazione.

“Ci sono state polemiche, ma ho superato i momenti difficili quando necessario e ho introdotto riforme che, credo, passeranno la prova del tempo.

“Ho mantenuto le mie promesse di rendere la PSNI più resiliente, in grado di resistere alla recrudescenza degli attentati terroristici e di sapere gestire disordini prolungati ed inaspettati”.

Il Chief Constable uscente ha proseguito, sostenendo il suo successore, George Hamilton, scelto il mese scorso per ricoprire il ruolo e che sarà il primo comandante della polizia cresciuto in Irlanda del Nord dalla riforma della RUC.

Matt Baggott ha detto: “Penso che la nomina di George Hamilton sarà l’arrivo di un nuovo capo della polizia di abilità e di straordinaria esperienza che porterà con sé lo sviluppo di forti relazioni, rispetto e fiducia.

“Sarà senza dubbio l’uomo giusto e prenderà le proprie scelte e decisioni con il vostro sostegno e incoraggiamento. Vi prego di dargli un po’ di tempo”.

A seguito della decisione del Police Ombudsman di portare in tribunale il comandante della polizia per il rifiuto della PSNI di divulgare informazioni ai sui investigatori, Matt Baggott ha negato che si tratti di “copertura”.

Ha aggiunto: “Non c’è nulla di personale in questo, non vi è un tentativo di ostacolare o ostacolare il lavoro del Police Ombudsman.

“Ho detto fin dal primo giorno che il lavoro del Police Ombudsman è fondamentale per la fiducia della popolazione nella polizia.

“Noi siamo responsabili delle informazioni della massima sensibilità e gravità e siamo responsabili per la tutela della vita.

“Ci sono leggi e statuti contrastanti e abbiamo bisogno di chiarezza su come possiamo attenerci alle nostre responsabilità e su come il Police Ombudsman può indagare”.