Mervyn Gibson
Uno dei leader orangisti ha avvertito che l’Unionist Forum non sta lavorando, dopo soli due mesi dal lancio.

Il Gran Cappellano orangista, il reverendo Mervyn Gibson, ha spiegato che l’organismo istituito da Peter Robinson e Mike Nesbitt per affrontare le questioni che sottendono al malcontento unionista non viene adeguatamente finanziato o amministrato.

E ha insistito che l’Orange Order non sarà disposto a fungere da “cerotto” per l’iniziativa scaturita dalla violenza e dalle proteste per la disputa sulla bandiera dell’Unione.

“Al momento stiamo lavorando in condizioni precarie” ha affermato il prominente orangista di Belfast durante un roadshow realizzato sotto gli auspici del Forum.

All’incontro di Lisburn è stato anche detto che alcuni dei sotto-gruppi costituiti non si sono ancora incontrati.

Dubbi sulla efficacia dell’esercizio sono stati inoltre avanzati dal leader del Progressive Unionist Party, Billy Hutchinson, e dall’intransigente unionista Jim Allister.

Il forum è stato costituito il 10 gennaio e ha istituito una ‘task force’ per consultare la popolazione su diverse questioni comprese le bandiere e i simboli, le parate, l’identità unionista ed le difficoltà educative nelle aree unioniste.

Ma il reverendo Gibson ha detto, di fronte a più di 300 persone: “Non credo che stia lavorando in questo momento, perché non credo che abbia ricevuto delle risorse.

“Al momento stiamo andando avanti in condizioni precarie. Credo che il forum debba essere dotato di risorse adeguate e di una buona gestione”.

Il leader orangista di Belfast ha affermato: “Abbiamo bisogno di mettere un po’ di pressione al Forum unionista.”

Jim Allister, numero uno del Traditional Unionist Voice, ritiene che i sottogruppi istituiti per esaminare questioni fondamentali, tra cui anche l’affluenza alle urne, non si sono ancora incontrati.

Allister e il reverendo Gibson sono stati tra coloro che hanno preso parte a una tavola rotonda comprendente anche il parlamentare del DUP Jeffrey Donaldson, Mike Nesbitt, il leader lealista del Progressive Unionist Party Billy Hutchinson e Henry Reilly dell’Ukip.

Storia

L’Unionist Forum è stato istituito nel mese di gennaio per esaminare la questione bandiere, i segni di alienazione crescente all’interno della comunità protestante, la scarsa affluenza alle urne tra gli unionisti e la privazione e lo scarso rendimento scolastico nella aree protestanti. La sua formazione è avvenuta oltre un mese dopo la decisione del Belfast City Council di ridurre l’esposizione della bandiera dell’Unione a solo pochi giorni designati.