Michael Campbell
Il repubblicano, incarcerato in Lituania dopo essere stato condannato per aver cercato di acquistare armi per la Real IRA, è stato liberato dalla decisione della Corte d’Appello.

Michael Campbell, della Contea di Louth, era stato arrestato nel 2008 mentre avrebbe cercato di acquistare armi ed esplosivi.

Nel 2011 è stato condannato a 12 anni di prigione da un tribunale della capitale lituana, Vilnius.

La condanna adesso è stata rovesciata dal tribunale, ha detto la sua avvocatessa Ingrida Botyriene.

“Lui è stato assolto perché il giudice ha stabilito che ciò per il quale era stato accusato era una provocazione. Si trattava di una delle attività dei servizi di sicurezza dello Stato”, ha spiegato.

Ha aggiunto che Campbell era felice di essere libero, a quasi sei anni dal suo arresto.

“È stata una decisione inaspettate, pensavamo che questo caso sarebbe stato portato alla Corte europea dei diritti dell’uomo, ritenevamo che fosse necessario più tempo. Alcune cose molto gravi non sono corrette in questo caso, ma siamo felici (sia stato liberato)”.

Michael Campbell, da Dundalk, è stato arrestato dopo una operazione di sorveglianza internazionale che coinvolgeva i servizi segreti britannici e irlandesi e l’intelligence lituana.

È stato condannato nell’ottobre 2011 per il sostegno di un gruppo terroristico, possesso illegale di armi e tentativo di contrabbando.

Campbell ha sempre dichiarato di essere stato incastrato.

Irmantas Mikelionis, procuratore capo del Dipartimento Investigazione sul Crimine Organizzato e Corruzione, ha confermato che MIchael Campbell è stato rilasciato.