Mary McArdleMinacce di morte sono state inviate contro i membri dello Sinn Fein implicati nella controversa nomina della partecipante ad un omicidio commesso dall’IRA al ruolo di consulente ministeriale a Stormont.

Mary McArdle, fresca di nomina, Caral Ni Chuilin, ministra per la Culura, Gerry Kelly, parlamentare di North Belfast, ed il personale degli uffici del partito nel nord della città sono stati minacciati dal gruppo degli Orange Volunteers.

Una persona al telefono, riferisce Gerry Kelly, aveva detto di aver lasciato degli ordigni fuori da casa sua e da quella della Ni Chuilin, ma la polizia non ha trovato nulla di sospetto.

Ha riportato: “Abbiamo appena ricevuto minacce presso il nostro ufficio di North Belfast in cui veniva detto che c’erano bombe fuori da casa mia e da quella di Caral Ni Chuilin, che c’era una minaccia di morte contro Mary McArdle e che cercheranno di uccidere chi lavora nel nostro ufficio, appena ne avranno la possibilità”.

Un portavoce della polizia afferma: “Stiamo prendendo seriamente queste offese e sono in corso indagini”.

La nomina di Mary McArdle ha causato un forte trambusto politico, con la sorella della vittima che esprime disgusto per la mossa.

La McArdle, 46 anni, fu incarcerata per l’omicidio della maestra elementare Mary Travers e per il tentato omicidio di suo padre, il giudice Tom Travers, avvenuto a Belfast nell’aprile del 1984. In seguito è stata rilasciata in base all’Accordo del Venerdì Santo del 1998.

Ann Travers si è dichiarata disgustata dalla mossa del partito.

Ma lo Sinn Fein ha difeso la scelta, insistedo che gli “ex combattenti” dei Troubles hanno un ruolo da giocare nel processo di pace.

Ni Chuilin ha detto che la sua consulente resta al suo posto e le minacce non hanno intaccato la determinazione della McArdle di ricoprire il nuovo ruolo. “Ho molta fiducia in Mary McArdle e lo Sinn Fein non permetterà di farci intimidire da minacce dirette o da gente che crea le condizioni in cui questo genere di minacce vengono fatte” ha aggiunto.