Protesta in Donegall Road

Due bottiglie incendiarie sono state lanciate contro la PSNI dopo l’ennesima protesta legate all’esposizione delle bandiere

L’attacco è avvenuto alle 19:45 nella zona di Lower Newtownards Road, dopo la protesta avvenuta nella zona.

Nessuno è rimasto ferito e non sono stati provocati danni.

Molte proteste hanno avuto luogo a Belfast e in tutto il Nordirlanda dopo la decisione del Consiglio Comunale di Belfast di permettere l’esposizione della Union Jack dalla City Hall solo in determinate date.

La polizia ha dovuto gestire oltre 50 manifestazioni di protesta nella sola giornata di venerdì, la maggior parte delle quali si sono svolte pacificamente.

Alcuni contestatori hanno bloccato il Boyne Bridge a Sandy Row, mentre sono state chiuse al traffico Templemore Avenue, nella zona di Albertbridge Road, e Beersbridge Road a East Belfast.

Anche altre strade sono state interessate dalle manifestazioni degli unionisti.

Proteste hanno avuto luogo anche a Bangor, Carrickfergus e Ballyclare.

Le manifestazioni di protesta sono entrate nella terza settimana.

Mentre la maggior parte delle proteste hanno avuto luogo senza problemi, in alcuni casi sono scoppiati disordini, provocando il ferimento di alcuni agenti di polizia.

Anche i politici sono divenuti bersaglio dei contestatori. Alcuni uffici dell’Aliance Party sono stati attaccati, mentre la parlamentare Naomi Long ha ricevuto minacce di morte.