Derry, Strand RoadQueste le parole del presidente della Police Federation Terry Spence, dopo l’ennesimo tentativo è stato fatto dai repubblicani per uccidere un agente di polizia.
Sabato scorso un ordigno funzionante, che si trovava sotto la macchina di una poliziotta cattolica a Kilkeel, è stato messo in sicurezza dagli artificieri dell’esercito.

La polizia ha condannato il tentativo di omicidio come “un atto di codardia e insensibilità”.

La vettura appartiene alla nipote del consigliere indipendente repubblicano Martin Connolly, che ha rifiutato di condannare l’attentato, dicendo di “non voler entrare nella politica delle condanne”.

Le sue osservazioni sono state contestate da Jim Wells, parlamentare del DUP, che ha chiesto: “Come si può rifiutare di condannare l’attacco contro uno dei suoi parenti?”

Spence ha aggiunto: “E’ motivo di grande preoccupazione per noi che il livello di minaccia sia in continuo aumento. E’ al livello più alto dalla firma dell’accordo del Venerdì Santo “.

L’attacco contro l’agente di Kilkeel è avvenuto a pochi giorni dall’esplosione di un’autobomba all’esterno della stazione di polizia di Strand Road a Derry. Oglaigh na hEireann ha rivendicato l’attacco.

Si pensa che i repubblicani fossero anche dietro al fallito attacco per uccidere un soldato a Bangor, mercoledì scorso, sempre con un ordigno posizionato sotto alla sua vettura.

Era appena partito con la macchina quando ha sentito qualcosa cadere dalla parte inferiore del veicolo e ha visto una bomba giacere in strada.