Entrambi i governi hanno insistito che non ci sono colloqui, diretti o indiretti, tra loro ed i repubblicani

Dermot AhernDopo un incontro tenutosi vicino a Dundalk per discutere della situazione sicurezza, il ministro della Giustizia irlandese Dermot Ahern ed il Segretario di Stato per l’Irlanda del Nord Owen Paterson hanno affermato che i repubblicani sono una minaccia ma entrambe le giurisdizioni stanno lavorando insieme per porre fine al problema.

Il ministro Ahern ha detto che “secondo quando sono a conoscenza” non ci sono colloqui in corso.

Riconosce che i gruppi repubblicani potrebbero svolgere azioni di reclutamento, ma questo non coinvolgerebbe un numero elevato di persone.

Secondo Ahern le persone coinvolte non hanno un’agenda politica e neppure obiettivi. Stanno negando, prosegue il ministro, la volontà della popolazione irlandese.

Paterson ritiene che nei gruppi repubblicani vi siano poche persone, ma non per questo non sono un pericolo.

Ha affermato di aver incontrato ieri sera il Garda Commissioner Fachtna Murphy e che entrambi stanno lavorando “come squadra per risolvere il problema”.

Secondo il Segretario, i dissidenti potrebbero effettuare un reclutamento, ma “in maniera modesta”.

Sulla questione colloqui, Paterson insiste nel dire che non sono in corso.

“Non possiamo avere un negoziato serio con persone che solo due settimane fa hanno cercato di uccidere due bambini. Questo non è il modo con cui possiamo andar avanti”, ha riferito ai giornalisti.