Protesta durante parata degli Apprentice Boys ad ArdoyneLa parata degli Apprentice Boys of Derry è passata davanti agli Ardoyne Shops, interfaccia molto calda di North Belfast, senza alcun incidente.

I circa 40 partecipanti orangisti, non accompagnati da bande musicali dopo la decisione della Parades Commission, hanno marciato davanti ai residenti nazionalisti che reggevano dei cartelli di protesta in silenzio.

Ai membri del Greater Ardoyne Residents Collective è stato impedito dalla polizia di effettuare la protesta sul percorso della parata. Gli agenti PSNI, in gran numero, cercano di mantenere la calma.

A dar loro manforte circa 20 o 30 steward con la casacchina della Crumlin Ardoyne Residents’ Association (CARA), associazione controllata dallo Sinn Fein. Per evitare il ripetersi dei disordini dello scorso 12 luglio i rappresentanti shinner sono saliti sui tetti dei negozi che i rivoltosi avevano utilizzato per attaccare la polizia (fonte Utv).

C’è stato un duro confronto verbale tra Martin Og Meehan, rappresentante del GARC, e Gerry Kelly, parlamentare dello Sinn Fein.
Kelly sarebbe intervenuto durate una disputa con una decina di persone legate al Greater Ardoyne Residents Collective, che avrebbero gridato insulti contro la polizia ed i membri di CARA.

Il parlamentare shinner avrebbe chiesto l’avvio di colloqui per sistemare la questione delle parate contenziose.

“Questa è una marcia attraverso tre aree cattoliche fatto solo per prendere un pullman che li porti a Derry”, ha affermato.

“Dobbiamo avere un dialogo, non bisogna fare questo per i prossimi dieci anni”.

L’attenzione si sposta adesso a Derry, dove sono attese circa 15.000 persone ad assistere alla più grande parata della stagione delle marce orangista. La cittadina sulle rive del Foyle viene controllata da un ingente schieramento di polizia.