Artificieri a Brighton

Un’ondata di plichi esplosivi inviati agli uffici di reclutamento delle forze armate inglesi potrebbe essere un tentativo di farsi pubblicità piuttosto che una nuova campagna di attacchi esplosivi

La New IRA (Nuova IRA) è il gruppo armato indiziato per l’invio di sette plichi esplosivi agli uffici di reclutamento dell’esercito britannico, viene detto da fonti della sicurezza.

Il gruppo repubblicano si è costituito due anni fa dai resti della Real IRA e di altre fazioni paramilitari.

I centri di reclutamento restano in allarme, ma aperti come di consueto, dopo l’ondata di invii di plichi in grado di esplodere agli indirizzi del sud-est dell’Inghilterra.

Fonti anti-terrorismo hanno detto che tutti i timbri decifrabili sulle buste formato A4 potrebbero essere ricondotte alla Repubblica d’ Irlanda, con almeno due plichi inviati da Dublino e uno inviato da una contea di confine.

Le fonti hanno rivelato altri dettagli sulle bombe, composte da pacchetti di polvere nera esplosiva collegati a detonatori, destinate ad esplodere all’apertura.

Nessuno degli ordigni è esploso. Comunque, proseguono le fonti, l’esplosione avrebbe causato solo lievi ustioni alla vittima.

Per Downing Street gli ordigni “portavano i segni distintivi del terrorismo legato all’Irlanda del Nord”.

Nessun gruppo armato ha ancora rivendicato l’invio dei pacchi bomba ma, secondo le fonti di sicurezza, quella che porta al gruppo della New IRA sarebbe “la principale linea di indagine”.

Gli ordigni sono da ritenersi molto simili a quelli inviati l’anno scorso al comandante della polizia nordirlandese, Matt Baggott, e al Segretario di Stato, Theresa Villiers.

La New IRA si è formata solo nell’estate del 2012, ma ora è la più grande delle fazioni armate repubblicane. È nata dalla fusione della Real IRA – formazione legata alla bomba di Omagh del 1998 – con il gruppo Republican Action Against Drugs di Derry e unità repubblicane “indipendenti” con base in East Tyrone.

Lo zoccolo duro del nuovo gruppo armato è costituito da ex paramilitari dei Provisional IRA. Tuttavie le fonti di sicurezza britanniche riferiscono che gli ordigni spediti per posta erano amatoriali e non sofisticati, se paragonati agli ordigni usati in simili campagne armate negli anni Settanta e Ottanta. Forse l’azione è intesa come trovata pubblicitaria piuttosto che come il tentativo di uccidere o ferire delle persone.

I gruppi armati repubblicani sono stati ampiamente indeboliti da informatori e arresti, minando la loro capacità di compiere attacchi mortali.

Le bombe hanno suscitato condanne trasversali in Irlanda del Nord. Il vice primo ministro Martin McGuinness, dello Sinn Féin, le ha definite “un attacco al processo di pace”, aggiungendo che “i responsabili appartengono al passato. I loro futili atti devono essere condannati”.

I pacchi bomba sono stati recapitati martedì scorso negli uffici di reclutamento di Reading e Chatham. Poi mercoledì una lettera esplosiva è stata consegnata ad Aldershot mentre altri pacchi sono giunti a Brighton, Slough, Canterbury e Oxford nel corso di venerdì.