Bombe di mortaio ritrovate a Derry
Il nuovo gruppo armato – la cosiddetta New IRA -, che sta diventando una spina nel fianco per le polizie ai due lati del confine, avrebbe riportato all’opera un artificiere dei Provisional IRA.

Gli ufficiali dell’anti-terrorismo affermano che le capacità dell’uomo hanno dato una grande spinta alla New IRA di portare attacchi con i mortai.

All’uomo viene ricondotta la costruzione dei mortai che dovevano essere utilizzati il mese scorso nell’attacco ad una stazione di polizia di Derry.

L’attacco è stato sventato dalla PSNI dopo una soffiata di An Garda Siochana – la polizia della Repubblica – che avvertiva del trasporto di quattro bombe da mortaio pronte ad esplodere. Il Citroen Berlingo furgone aveva una targa di immatricolazione di Dublino, ma non era stato rubato e la Garda ritiene sia stato acquistato nella capitale irlandese nelle settimane antecedenti l’attacco pianificato.

La New IRA aveva già utilizzato una macchina acquistata a Dublino per l’omicidio della guardia carceraria David Black, colpito a morte vicino a Lurgan lo scorso fine ottobre.

Dopo la fine della campagna armata dei Provisional IRA, quasi tutti i costruttori di ordigni sono svaniti nell’ombra.

Molti tentativi sono stati fatti dai gruppi armati contrari al processo di pace, come Real IRA e COntinuity IRA, per convincere alcuni di loro ad unirsi alle organizzazioni repubblicane.

Ma sono rimasti fuori dai vari gruppi fino alla scorsa estate, quando venne costituita la Nuova IRA, comprendente membri della Real IRA, membri del gruppo di Derry Republican Action Against Drugs – costituito in larga parte da ex membri dei Provisional IRA – e repubblicani non allineati operanti a Belfast e East Tyrone.

Altri importanti membri dei Provisional, tra cui alcuni con base in Armagh, sono andati ad ingrossare le fila della nuova organizzazione, prendendone il controllo e infliggendo punizioni contro chi veniva ritenuto facesse “raccolta fondi” parlando a nome dei gruppi repubblicani.

Il loro coinvolgimento è stato un fattore importante per attirare una manciata di esperti artificieri veterani, che hanno partecipato alla lotta armata al momento del suo apice, ritornati a partecipare ai gruppi armati nonostante i rischi causati dalle infiltrazioni da parte delle forze di sicurezza.

L’aumento del numero di “vecchie volpi” che si uniscono nella New IRA è stata notata anche nella raccolta di informazioni di intelligence da parte di Gardai e PSNI.

Gli esperti di esplosivi hanno affermato che la qualità delle bombe di mortaio destinate all’uso a Derry sono dello stesso tipo di quelle usate dai Provisional IRA durante la campagna armata contro le stazioni della RUC e le caserme dell’esercito britannico.

Le quattro bombe di mortaio erano innescate e sarebbero state lanciate “entro pochi minuti”. L’obiettivo più probabile era il quartier generale della polizia in Strand Road.

Data l’imprecisione dei tubi di lancio, l’attacco avrebbe potuto provocare decine di feriti nelle vicine aree residenziali.

Vittime

Nel mese di febbraio 1985, la RUC subì le maggiori perdite dei Troubles, quando una bomba di mortaio da circa 23 kg esplose all’interno della stazione di polizia di Newry.

Ci furono 9 vittime e 37 feriti.

La polizia ora teme che i repubblicani utilizzeranno i loro mortai per un attacco “spettacolare” alla vigilia del vertice del G8 tra i leader mondiali, che si terrà ad Enniskillen nella Contea di Fermanagh..