Oglaigh na hEireannOglaigh na hEireann sta minacciando il personale carcerario a causa dei continui litigi sulle strip search (perquisizioni corporali) che avvengono nella prigione di Maghaberry.

La minaccia giunge da un’importante persona facente parte di ONH, che ha detto a questo giornale: “Se i prigionieri di ONH verranno maltrattati, sono portato a credere che ci siano alcuni funzionari della prigione, incluso qualcuno a livello dirigenziale, i cui dettagli sono noti a ONH”.

La minaccia giunge dall’organizzazione che in precedenza utilizzò una booby-trap sotto alle vetture di agenti di polizia, compreso Peadar Heffron, e di un maggiore dell’esercito.

Adesso sta minacciando di estendere ulteriormente i propri bersagli includendo il personale carcerario.

La minaccia giunge a sette mesi dall’accordo raggiunto dopo una lunga protesta da parte dei prigionieri repubblicani situati nella Roe House di Maghaberry.

La protesta iniziò quando i prigionieri si barricarono all’interno della mensa. Quindi furono distrutte le celle ed iniziarono la no-wash e la dirty protest. Adesso, ci sono voci che “parti del Northern Ireland Prison Service” sono contro quell’accordo raggiunto lo scorso anno e “sono determinate a distruggerlo”.

Non tutti gli equipaggiamenti da usare per eliminare la pratica delle strip search a Maghaberry sono ancora stati installati.

“Le strip search forzate dovevano terminare in base a tale accordo”, afferma un portavoce del Republican Network for Unity (RNU).

“Sette mesi dopo l’accordo del 12 agosto, il Northern Ireland Prison Service è, per propria ammissione, indietro con i tempi di implementazione dell’accordo”, continua il portavoce.

“Stiamo chiedendo la piena integrazione dell’accordo… e che il Northern Ireland Prison Service smetta di giocare con i prigionieri, le loro famiglie e con l’accordo stesso”, prosegue. Una fonte ha rivelato al Belfast Telegraph che i mediatori che hanno aiutato il raggiungimento dell’accordo sono a conoscenza della gravità della situazione.

MaghaberryNell’ala repubblicana di Roe House ci sono prigionieri della Continuity IRA, Real IRA, Oglaigh na hEireann, INLA ed altri prigionieri repubblicani non collegati con queste organizzazioni.

Willie Gallagher dell’Irish Republican Socialist Party (IRSP), legato all’INLA, afferma: “Le autorità carcerarie e il ministero della Giustizia hanno ricevuto un numero sufficiente di avvertimenti in relazione alla lentezza nell’implementazione dell’accordo.

“Non ho dubbi che ci sarà una protesta per la non-implementazione dell’accordo – una protesta svolta dai prigionieri repubblicani”.

Background

La disputà iniziò a Pasqua 2010, quando 28 prigionieri repubblicani si barricarono all’interno di una mensa della prigione e distrussero i bagni delle proprie celle, lamentandosi dell’eccessivo utilizzo delle strip search e del movimento controllato. I prigionieri ritengono la pratica degradante e dicono che viene usata come forma di molestie – denuncia strenuamente respinta dal Prison Service, che ha fornito al personale carcerario abiti protettivi perché i prigionieri lanciavano urine, a volte mischiate ad escrementi. Ad agosto venne raggiunto un accordo.