di René Querin

IRA - Irish Republican ArmyIl gruppo, formato alla fine dell’estate dall’unione della brigata di Derry della Real IRA, dal Republican Action Against Drugs e da repubblicani indipendenti fuoriusciti dai Provisional IRA provenienti anche dalla zona di Craigavon, hanno rilasciato un comunicato all’Irish News di Belfast confermando di aver colpito a morte la guardia carceraria David Black.

“Questa azione è la risposta diretta alla tortura e alla degradazione subìta dai POW a Maghaberry”, fa sapere il gruppo repubblicano dopo aver confermato che “Giovedì 1° novembre 2012, un’unità in servizio attivo dell’IRA ha assassinato la guardia carceraria David Black”.

Il gruppo non esclude di poter colpire anche altro personale del servizio carcerario.

“Il processo che ha portato alla decisione di colpire” David Black, continua l’IRA, “avrebbe potuto essere evitato se i suoi superiori avessero onorato l’accordo siglato con i prigionieri nell’agosto 2010.

“Piuttosto che mostrare la leadership necessaria per risolvere la protesta a Maghaberry, continuano a fare giochetti politici sulle vite dei prigionieri repubblicani, oltre che sulle proprie guardie e sui PCO (Prison Custody Officer).

Conclude il comunicato dell’Irish Republican Army: “La litania di condanne ipocrite provenienti dalle classi politiche locali non risolve i problemi provocati dalle loro mancate azioni”.

David Black si stava recando al lavoro quando la sua vettura è stata affiancata da una Toyota Camry, trovata in seguito incendiata a Lurgan, dalla quale sono partiti numerosi colpi di arma da fuoco. L’auto su cui viaggiava Black, ferito mortalmente, è finita nel fosso che corre lungo l’autostrada M1.

L’IRA quindi ha agito per difendere i prigionieri repubblicani incarcerati a Maghaberry.

Sono 41 i prigionieri repubblicani detenuti nel carcere di massima sicurezza di Lisburn. Molti di loro stanno portando avanti una dirty protest e una no-wash protest perché costretti a subìre umilianti perquisizioni corporali – chiamate strip search.
Inoltre i POW repubblicani chiedono libertà di movimento, mentre adesso ogni prigioniero che esce sul corridoio deve essere da solo e circondato da ben quattro guardie carcerarie.
I prigionieri sono costretti in cella per 23 ore al giorno.

Quattro repubblicani, tra cui Colin Duffy, sono stati arrestati dalla PSNI e dalla Garda – la polizia della Repubblica – nel corso delle indagini per la morte di David Black. Tutti e quattro sono stati rilasciati incondizionatamente.
License to torture in Maghaberry