Eamon Collins
La polizia ha arrestato un uomo di 56 anni nel corso delle indagini per l’omicidio dell’ex membro dell’IRA Eamon Collins avvenuta 15 anni fa.

Eamon Collins venne deliberatamente investito da un’autovettura, prima di essere picchiato e accoltellato a morte nel gennaio 1999.

Il suo corpo fu ritrovato lungo una strada di campagna a poca distanza dalla sua abitazione nel quartiere di Barcroft a Newry.

L’uomo è stato arrestato nella Contea di Armagh nella mattina di giovedì, pochi giorni dopo il rilascio incondizionato di due uomini – di 42 e 55 anni – fermati la scorsa settimana.

L’Ispettore Capo Peter Montgomery ha affermato: “Continuo a chiedere a chi detiene informazioni sull’omicidio del signor Collins, in particolare a chi abita a Barcroft, a pensare all’orrore di quanto avvenne e alla famiglia Collins. Non è mai troppo tardi per farsi avanti”.

Eamon Collins, 45 anni al momento della morte, fu un membro dell’IRA trasformatosi in pentito.

Lo scorso gennaio la polizia ha affermato di aver ricavato del DNA dal materiale prelevato sulla scena del crimine nell’area rurale di Dorans Hill.

Durante la sua appartenenza ai Provisional IRA, Collins raccolse informazioni per la RUC e i membri dello Special Branch e fece fallire diversi omicidi nell’arco di circa sei anni.

Fu anche coinvolto nel reclutamento di nuove leve per l’IRA. Eamon Collins fu arrestato nel 1985 e accusato di 50 reati legati al terrorismo, compresi cinque omicidi e appartenenza all’IRA.

A quel punto Collins divenne un pentito dell’organizzazione paramilitare repubblicana, portando all’arresto di oltre 40 sospettati accusati dalle sue testimonianze, ma la maggior parte fu rilasciata quando Collins ritrattò le dichiarazioni.

Uscì libero dal tribunale di Belfast dopo che il giudice scartò tutte le presunte confessioni. Eamon Collins in seguito scrisse il libro “Killing Rage”, in cui fu aspramente critico con l’IRA.