mercoledì 23 aprile 2014
Ti trovi qui: Home » Distretto Nord » Orazione funebre per il Volontario Joe O’Connor

Orazione funebre per il Volontario Joe O’Connor

Marian Price, Repubblicana – 13 ottobre 2000

Il 13 ottobre 2000 un commando dei Provisional IRA assassinava con sette colpi di arma da fuoco il volontario di Óglaig na hÉireann Joe “Jo-Jo” O’Connor nell’enclave repubblicana di Ballymurphy, Belfast. Qui sotto la vibrante orazione tenuta da Marian Price al funerale di Joe O’Connor.

Funerale di Joe O'Connor | Joe O'Connor funeralMentre siamo qui a portare il nostro tributo al Volontario Joe O’Connor voglio estendere, a nome del movimento repubblicano, la nostra più profonda simpatia a sua moglie, Nicola, ai suoi figli, Sean-Paul, Joseph e Eamon, e a sua madre, Margaret, ed anche a tutta la sua cerchia familiare.

Avete perso un amato marito, padre, figlio e fratello; avete perso un caro amico ed un coraggioso compagno. Joe proveniva da una famiglia con una lunga tradizione repubblicana che ha dato un servizio importante al loro paese.

Joe ha seguito con orgoglio i passi di suo nonno materno, Francisco Notarantonio, un veterano repubblicano che ha perso la sua vita per mano di elementi filo-britannici. Mentre le notizie dell’omicidio non provocato sono corse in tutta West Belfast e la realizzazione che i perpetratori provenivano dalla sua stessa comunità lo choc e la repulsione si sono fatti tangibili.

Non ci sono dubbi: contrariamente alla deliberata disinformazione perpetrata dai Provisional e aiutata dalle fonti della RUC, i responsabili di questo osceno assassinio sono stati chiaramente identificati. Vergogna! Vergogna a voi!

Marian Price, portavoce IRPWA durante una commemorazioneI nefasti tentativi di copertura da parte degli spin-doctor dello Sinn Fein, di deviare e far scontrare gli uni contro gli altri i repubblicani che si oppongono all’accordo di Stormont, si sono mostrati come le tattiche di agenti provocatori.

Molte questioni sorgono sul perché, in questo momento particolare, la dirigenza dei Provisional sceglie di sanzionare questo atto vigliacco. Non si può ignorare che giunge durante il montare di pressioni interne e politiche sulle questioni relative a decommissioning e Patten, tutte concesse dalla dirigenza all’insaputa dei loro sostenitori. La morte del Volontario Joe O’Connor fa parte della strategia deli passi importanti verso un’Irlanda Unita?

Oppure questa è l’azione di una dirigenza disperata e priva di direzione politica? La gente di West Belfast e di altre zone valuterà nelle prossime settimane e mesi.

Targa per Joe O'ConnorIl Volontario Joe O’Connor si opponeva chiaramente al dominio britannico; non dissentiva dai principi o dagli ideali Repubblicani. Si rifiutava di accettare il dominio britannico in qualsiasi veste, a prescindere da chi lo amministrava, sia che si tratti di Peter Mandelson, David Trimble o Martin McGuinness. Sono tutti i membri dell’establishment britannico, tutti lo amministrano e ora siamo testimoni di quanto lontano i Provos sono disposti ad andare per mantenerlo. Si sono ridotti ad essere una milizia armata dello Stato britannico.

I Volontari di Óglaigh na hÉireann hanno mostrato grande moderazione dopo una grande provocazione. La loro disciplina e dignità sono state un tributo alla memoria di Joe.

In conclusione: questo è un momento estremamente volatile e chiediamo a tutti i Repubblicani di restare calmi e vigili e di non farsi attirare in quella che è una trappola chiaramente ispirata dagli inglesi.

I Repubblicani hanno resistito a simili tentativi in passato da parte dei britannici volti a indebolire e spezzare il loro spirito; sono stati giovani uomini come Joe che hanno resistito e continueranno a resistere fino a quando cesserà il governo britannico.

About René Querin

Di professione grafico e web designer, sono appassionato di trekking e innamorato dell'Irlanda e della sua storia. Insieme ad Andrea Varacalli ho creato e gestisco Les Enfants Terribles.

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: