Il Segretario di Stato ha escluso di aprire un dialogo con i gruppi repubblicani

Owen PatersonOwen Paterson dice che il governo “non può parlare alle persone che stanno conducendo una campagna violenta e totalmente indiscriminata”.

Il commento giunge dopo la sua condanna dei responsabili per la bomba da 230 kg lasciata giovedì vicio a Newry.

Il presidente dello Sinn Fein, Gerry Adams, ha chiesto ai gruppi armati di incontrare il suo partito per avviare i clloqui.

Scrivendo sul suo blog, afferma che i repubblicani stanno “ribollendo di rabbia” per il recente omicidio dell’agente di polizia Ronan Kerr, avvenuto ad Omagh il 2 aprile.

“La gente di quest’isola chiede di fermarvi”, ha scritto, diretto ai gruppi repubblicani.

Lunedì, Paterson ha detto che il problema non poteva essere risolto solamente da un risposta del governo e della polizia.

Ragione

“Serve una risposta della comunità e deve essere uo sforzo corale”, ha affermato.

“Se la gente conosce qualcuno che ha pianificato o sta pianificando attività illegali, dovrebbe comunicarlo alla polizia.

“Se ci sono persone nella comunità che conoscono questi tipi e possono ragionare con loro, allora potrebbe essere utile.

“Alcune di queste persone potrebbero non essere attive, possono solo avere simpatie e quindi sarebbero ricettive qualora gli si parlasse”.

Ma Paterson cancella con una riga la possibilità di tenere colloqui con i responsabili della morte dell’agente Kerr e delle bombe lasciate nella regione.

“Non credo bisognerebbe parlare con i diretti responsabili. Chi è direttamente coinvolto in attività illegali dovrebbe essere consegnato alla polizia.

“Chiunque conosca queste persone, o qualsiasi dettagli su di loro, dovrebbe informare la polizia”.

Sul suo blog Adams scrive: “Sono pronto ad incontrarvi ovunque e quando volete per ascoltare ciò che avete da dire e per spiegarvi che adesso c’è un modo democratico e pacifico per unire la nostra gente ed il nostro paese sulla base dell’eguaglianza”.

Questo sembra essere in conflitto con il messaggio proveniente da Martin McGuinness, secondo cui chiunque abbia delle informazioni dovrebbe consegnarle alla PSNI.