Un parlamentare del DUP ha sollevato dubbi sull’iniziativa della polizia di fornire agli agenti degli specchi per verificare l’eventuale presenza di ordigni sotto alle vetture

Trevor Clarke rappresenta l’area dove il poliziotto Peadar Heffron è stato gravemente ferito da un ordigno esploso sotto alla sua vettura mentre si recava al lavoro.

Giovedì la polizia ha detto che sta fornendo agli agenti degli specchi idonei a controllare la presenza di tali ordigni.

Ma Clarke ritiene la decisione “inadeguata” e “minima”.

Ha aggiunto: “Mentre accolgo con favore il fatto che la PSNI sta rispondendo, sento che la fornitura degli specchi possa solo servire ad indicare gli individui nella comunità che vivono come bersagli, potendo essere visti dai vicini o dai terroristi mentre controllano quotidianamente la loro macchina con gli specchi.

“Sicuramente c’è qualcosa di più sofisticato. Spero che il costo non proibisca un approccio migliore a questa minaccia. I soldi non dovrebbero essere un problema se si tratta di salvare vite umane”.

Peadar Heffron resta gravemente malato dopo l’amputazione di una gamba a seguito dell’attacco di Milltown Road, poco fuori Randalstown, avvenuto lo scorso venerdì. Capace di parlare fluentemente in gaelico, Heffron è uno sportivo appassionato, capitano della squadra di calcio gaelico della PSNI e giocatore della squadra di calcio locale.

Gli investigatori hanno afermato di cercare un collegamento tra il suo attacco ed un’altra esplosione sotto ad una vettura a East Belfast, dove lo scorso ottobre la fidanzata di un poliziotto è rimasta ferita.

Rivelatori elettronici

La PSNI ha affermato che la decisione di fornire gli specchi ad oltre 10.000 poliziotti e personale d’ufficio fu presa alcune settimane prima dell’attacco.

Hanno aggiunto che, oltre agli specchi, potrebbero essere disponibili rilevatori elettronici. Ma alti funzionari hanno sottolineato che la più attendibile salvaguardia per il personale è di controllare fisicamente sotto ai veicoli.

L’Assistent Chief Constable (Assistente del Comandante della Polizia) Duncan McCausland afferma che la maniera migliore per sventare la minaccia di ordigni sotto alla vettura sia guardarci sotto.

“Questo è ciò che raccomandiamo al nostro personale e se dovessero trovare qualcosa di sospetto, allora devono immediatamente segnalarlo.

“Ogni congegno tecnologico può sempre essere contrastato e neutralizzato ed la migliore tecnologia che abbiamo sono i nostri occhi”.