Le parate degli Apprentice Boys di Derry e Belfast sono passate senza incidenti

Lundy ParadeQuasi 2.000 Apprentice Boys, accompagnati da 28 bande musicali, hanno dato vita alla parata per la commemorazione dell’assedio della città.

La PSNI ha lodato chi ha lavorato per permettere all’evento di passare senza incideti.

“Siamo soddisfatti ed incoraggiati dal modo ordinato e rispettoso in cui l’evento è stato condotto e controllato”, ha detto il Chief Superintendent Stephen Martin, comandante del Distretto di Derry.

“Questo è un testamento al lavoro dedizioso svolto dietro alle quinte dagli organizzatori della parate, dal City Centre Management, dai negozianti locali e dai rappresentati della comunità”.

Il Soprintendente Capo Martin ha detto che in passato l’evento andava a braccetto con i disordini e violenza nella serata.

“La maggioranza della gente nella zona del Foyle sono persone rispettose della legge e determinata a vivere in maniera pacifica e produttiva”, ha affermato.

“Voglio ricordare a chi compiva quei disordini che stanno solo colpendo la loro comunità, una comunità che non permetterà a questo tipo di comportamenti di proseguire”.

La polizia aveva avvertito i fomentatori dei disordini che sarebbero stati affrontati in maniera “robusta”, qualora l’annuale parate fosse stata interrotta.

Robert Lundy, il cui fantoccio viene bruciato alla fine della parata, era un governatore della città che aveva deciso di arrendersi, nel 1689.

Questa parata è la più importante nel calendario degli Apprentice Boys of Derry.

“Questa è la data fondamentale per gli Apprentice Boys”, ha detto il loro governatore, Jim Brownlee, a Utv.

“IN questo giorno commemoriamo la chiusura delle porte, un evento nella storia che, se non avesse avuto luogo, ci avrebbe fatto vivere in un mondo differente”.

I negozianti locali sono rimasti aperti per favorire gli acquisti natalizi.

Anche la parata contenzione di North Belfast di sabato mattina è passata senza incidenti.

C’era una grande presenza di polizia nella zona di Ardoyne per la marcia, partita alle 8 del mattino.

Una ventina di contestatori hanno mostrato cartelli mentre i marciatori passavano.