BBC a appreso che il primo ministro Peter Robinson ha incontrato i comandanti lealisti a East Belfast, nel tentativo di mantenere la calma nell’area

Riot a Short StrandUlster Volunteer Force è la formazione responsabile per le violenze scatenate nell’interfaccia di Short Strand lunedì e martedì.

I disordini sono stati i peggiori degli ultimi 10 anni.

Mercoledì sera l’atmosfera era un po’ più tranquilla, dopo gli incontri avvenuti in giornata e che hanno coinvolto i leader nazionalisti e lealisti.

Robinson ha già chiesto ad un importante funzionario governativo di lavorare con entrambe le comunità.

Il DUP non ha voluto commentare il coinvolgimento di Robinson nei colloqui, rifiutandosi persino di dire se si fossero svolti.

Secondo Vincent Kearney, corrispondente dal Nordirlanda per BBC, la riunione si sarebbe tenuta poco dopo le 15:30.

Per ragioni di sicurezza, l’incontro si è svolto al Castello di Stormont anziché a East Belfast come programmato.

Robinson ha condannato fermamente le violenze e ha fatto sapere di essere pronto a fare ogni cosa nelle sue possibilità per intervenire.

“Peter Robinson afferma di voler fare qualsiasi cosa per intervenire ed aiutare” ha aggiunto il corrispondente BBC.

“Credo che qualcuno dalla parte lealista abbia visto il possibile evento come la possibili di colloqui”.

Sammy Douglas, parlamentare DUP per East Belfast, ha accompagnato Robinson all’incontro.

La riunione giunge al dopo i colloqui tra lealisti e nazionalisti avvenuti mercoledì, che hanno causato la nascita di un’organizzazione chiamata Belfast Conflict Resolution Consortium con base in un centro comunitario di East Belfast.

Video da UTV