Robinson abbandona la carica di primo ministro nordirlandese

Lo Speaker dell’Assemblea di Stormont, Willian Hay, ha colto tutti di sorpresa quando ha riferito ai parlamentari di aver chiesto all’attuale ministro per lo Sviluppo Arlene Foster di prendere il posto di Primo Ministro.

Hay ha detto all’Assemblea che “le dimissioni (di Peter Robinson) hanno effetto immediato”.

Verrà indetto un incontro con i partiti per discutere la mossa a sorpresa.

I funzionari di Stormont hanno detto che le procedure potrebbero durare per circa sei settimane.

La mossa giunge dopo solo 1 ora da quando i colleghi del DUP avevano espresso sostegno a Peter Robinson, messo sotto pressione per lo scandalo finanziario che ha circondato la relazione della moglie Iris con il suo amante, ma resta alla guida del partito unionista.

In precedenza il vice di Robinson nel partito, Nigel Dodds, circondato dagli speranzosi colleghi, tra cui l’ex leader ed ex primo ministro Ian Paisley, ha raccontato di aver fornito “il più caloroso sostegno” come leader del DUP e come primo ministro dell’Esecutivo.

Dodds ha affermato: “I funzionari del Democratic Unionist Party, il gruppo assembleare, i membri eletti a Westminster, il parlamentare europeo, e a tempo debito ci sarà una riunione dell’Esecutivo del partito, hanno approvato all’unanimità, nonostante i tentativi da parte della stampa e dei nostri avversari politici di portare Peter Robinson a dimettersi da leader del partito, di offrirgli il pieno sostegno e di desiderare che resti al suo posto di leader del DUP”.

In reazione alla mossa proposta, il leader unionista del TUV Jim Allister ha detto che gli sembrava “un coreografico atterraggio morbido per Peter Robinson”. Sospetta che non tornerà più ad occupare la carica di Primo Ministro.

Peter Robinson, che ha giurato di voler ripulire il suo nome dopo aver negato con veemenza qualsiasi conoscenza degli irregolari affari finanziari della moglie, parlerà lunedì pomeriggio, dopo le continue richieste di dimissioni.

La famiglia Robinson è finita in crisi dopo la denuncia secondo la quale Iris aveva preso 50.000 sterline da due ricchi imprenditori per aiutare colui che allora era il suo amante, il diciannovenne Kirk McCambley. Con il denaro il giovane aveva aperto un ristorante a South Belfast.

Il documentario della BBC Spotlight aveva insinuato che Peter Robinson era a conoscenza della situazione ma non aveva fatto i passi necessari per avvertire le autorità preposte.

Se Robinson si dimetterà definitivamente, sia il posto di primo ministro che quello del suo vice dovranno essere assegnati nuovamente, mettendo in crisi il futuro dell’Esecutivo nordirlandese.

Lo Sinn Fein potrebbe ritardare la presentazione di un candidato fino a quando il DUP non si accordasse per stabilire una data entro la quale effettuare la devolution dei poteri su polizia e giustizia.

Se il vuoto di potere non si risolvesse entro 7 giorni, sarebbe obbligo del Segretario di Stato Shaun Woodward indire nuove elezioni in Irlanda del Nord.

McGuinness ha chiesto assistenza legale per vedere se le regole dell’Assemblea sono state infrante quando Robinson non avvertì le autorità parlamentari che la moglie aveva ottenuto prestiti per il suo giovane amante.

Secondo Carál Ní Chuilín, Sinn Fein, è “materia urgente” determinare se il Codice di Comportamento dei Parlamentari è stato infranto.

Lo Sinn Fein ha anche richiesto una mozione d’urgenza per delineare all’Assemblea qualsiasi implicazione per l’Office of the First Minister and Deputy First Minister dalle denunce fatte dal programma televisivo.

La mozione deve ancora essere accettata dallo Speaker di Stormont, William Hay.

Lunedì un portavoce di Gordon Brown ha detto che il primo ministro britannico resta focalizzato sulla devolution dei poteri da Londra a Belfast.

“Il primo ministro resta focalizzato sull’argomento”, ha detto.

“Il Segrtario di Stato per l’Irlanda del Nord è in costante contatto con il primo ministero sull’argomento ed il primo ministro ha parlato recentemente con il Taoiseach Brian Cowen e con i leader dei partiti nordirlandesi”.

La signora Robinson ha annunciato nel periodo di Natale di voler abbandonare la politica a causa di una grave depressione. Adesso si dimetterà da parlamentare, sia a Westminster che a Belfast, e da consigliere locale. Il DUP ha deciso di allontanarla dal partito.

Domenica sera Robinson aveva rivlato chesua moglie Iris sta ricevendo trattamenti psichiatrici acuti.

Annuncio dello Speaker, William Hay

[flv:/flv_video/ww_SpeakerAssembly_110110.flv 590 350]

Sostegno del DUP a Peter Robinson

[flv:/flv_video/ww_dupbacks_110110.flv 590 350]