Pipe bombI repubblicani sono ritenuti i responsabili per un attacco eseguito con una pipe bomb contro la casa di un’ex poliziotta in pensione, definito “un tentato omicidio” dalla polizia.

L’attacco con un ordigno funzionante, piazzato giovedì all’ingresso dell’abitazione della donna nella cittadina di Laurencetown, Contea di Down, è stato larhamente condannato dalla polizia e dai politici.

Il comandante distrettuale della PSNI, il Soprintendente Capo Alasdair Robinson, lo ha descritto come “un abominevole attacco contro una signora che ha speso gran parte della sua vita servendo la sua comunità”.

Solo recentemente la donna ha lasciato la PSNI.

Una donna poliziotto ha spiegato che l’incidente poteva essere collegato ai gruppi repubblicani.

La bomba è stata scoperta nella zona di Banbridge Road nella cittadina di Laurencetown. Gli artificieri dell’esercito inglese hanno esaminato l’ordigno e hanno eseguito un’esplosione controllata.

L’allarme sicurezza ha causato grandi disagi e alcuni residenti sono stati evacuati dalle loro abitazioni durante l’operazione.

Robinson ha affermato: “Siamo stati estremamente fortunati perché l’ordigno è stato localizzato e messo in sicurezza prima che qualcuno restasse ucciso.

“E’ stato il tentato omicidio di una poliziotta ed i responsabili hanno mostrato completo dinisteresse per l’itera comunità di Laurencetown.

“Se l’ordigno fosse esploso qualche sfortunato passante avrebbe potuto restare gravemente ferito o peggio, ucciso”.