Pól BrennanUn uomo di Belfast che fuggì dalla prigione di massima sicurezza di Maze nel Nord Irlanda 26 anni fa, dovrebbe venire deportato dagli Stati Uniti fino alla Repubblica d’Irlanda nel corso della settimana.

Pól Brennan, 56 anni, evase dalla prigione con altri 38 prigionieri nel settembre 1983.

Si trasferì negli Stati Uniti, dove iniziò una nuova vita, si sposò e divenne un imigrato regolare.

Brennan venne fermato ad un posto di blocco di confine nel Texas nel gennaio 2008, a causa di un permesso di lavoro scaduto.

Chiese un nuovo permesso, ma un giudice ha ordinato il suo trasferimento lo scorso novembre e un recente appello all’Homeland Security Secretary (Segretario per la Sicurezza Interna) Janet Napolitano, non ha avuto successo.

Brennan ha affermato che la sua deportazione causerà “gravi affanni” a sua moglie.

Visita il sito di sostegno a Pól Brennan