Dure critiche alla Psni, accusata di ritardo nell’intervento contro i tifosi del Linfield
McAnally, ferito alla gola, ancora in terapia intensiva

mcanally ferito

mcanally ferito

Venti minuti prima dell’agguato di sabato scorso contro Hugh McAnally, ferito gravemente alla gola, la polizia era stata avvisata dal personale di un pub nel centro di Belfast della presenza di un gruppo di 30 persone, tifosi del Linfield, che volevano provocare disordini.

Secondo un testimone “almeno 30 persone sono entrate nel locale, dopo le 13,45, tutte sobrie e ben vestite. Sono state udite mentre parlavano di dare una lezione ai tifosi del Cliftonville”, prosegue la testimonianza. “Intorno alle 15 sono usciti e si sono fotografati dietro ad una grossa Union Jack con il motto No Surrender scritto su di essa. A quel punto si sono diretti verso il centro città, mentre il personale ha avvisato la Psni della presenza di questi uomini, pronti a causare disordini”.

John Lennon, proprietario del Cosgrove’s Bar, temeva che il suo bar sarebbe stato preso d’assalto dai tifosi del Linfield perché “erano già passati davanti ad alcuni bar in Castle Street e sicuramente sapevano che nel locale c’erano numerosi tifosi del Celtic”.

Infatti la banda di hooligans ha provato ad entrare nel bar, ma il personale ha chiuso le porte in tempo.
“Sono scioccato – dice Lennon. Nel mio locale erano presenti persone di entrambe le comunità, la politica è sempre rimasta fuori”. Eppure i lealisti hanno cercato di sfondare le porte “solo perché c’erano dei cattolici all’interno”.

Poco dopo sono effettivamente scoppiati disordini intorno a King Street. A subire i danni maggiori è stato il 32enne Hugh McAnally, cui hanno tagliato la gola, lasciandolo gravemente ferito in mezzo alla strada.

Hugh McAnally, guardiano nel campus del Belfast Metropolitan College, resta ricoverato in condizioni critiche nel reparto di terapia intensiva del Royal Victoria Hospital.

Dopo cinque giorni dal tragico fatto, la mancanza di arresti da parte della Psni è stata duramente criticata.
Gerry Kelly, parlamentare shinner, afferma che gli sforzi degli investigatori “non sono intensi”. Secondo l’alto dirigente dello Sinn Fein “è troppo semplice per la polizia nascondersi dietro alla scusa che stanno studiando i filmati delle telecamere a circuito chiuso”, prosegue Kelly. “Resta il fatto che questa gente è ancora in giro per strada e, come dimostrato lo scorso sabato, sono capaci di qualsiasi cosa”.

Fra McCann, parlamentare di West Belfast, afferma che “molte domande attendono risposte da parte della polizia, riguardo alle operazioni e ai risultati ottenuti. Sembra, in questa fase, che se fossero stati presi subito provvedimenti questa orribile dimostrazione di odio e pura violenza settaria non avrebbe avuto luogo”, prosegue McCann. “Queste persone erano determinate ad infliggere molti danni. Hanno rotto molti nasi gridando ‘bastardi feniani’ ai malcapitati passati sulla loro strada”.

Una portavoce della polizia nordirlandese rivela che i fronti di indagine aperti sono molteplici. “In caso di sviluppi gli investigatori seguiranno qualsiasi pista possa venire individuata nel corso delle indagini”. Inoltre chiede “ai responsabili di entrambe le comunità di aiutarci nei nostri continui sforzi”.

La partita tra Linfield e Cliftonville si è disputata senza incidenti e la maggior parte dei tifosi hanno lasciato lo stadio a bordo di pullman o auto private. “La polizia non ha scortato nessun tifoso nel centro cittadino, comunque alcuni gruppi sono sciamati nelle principali vie di Belfast, mescolandosi con la folla del sabato pomeriggio”, continua la portavoce. “I gravi disordini sono stati registrati dalle telecamere alle 15:34; la polizia è stata chiamata tre minuti dopo ed è giunta sul posto alle 15:39”.

La polizia nordirlandese ha avviato una collaborazione con le forze dell’ordine inglesi, per cercare di identificare gli hooligans coinvolti, forse collegati al gruppo di estrema destra Combat 18.

Nel frattempo, per evitare il ripetersi di fatti gravi come quelli di Belfast, la Garda – la polizia irlandese – aumenterà la presenza di agenti intorno allo stadio e nel centro di Dublino, in occasione della prossima trasferta del Linfield nella capitale.