Bomba di Omagh - Omagh bombDue poliziotti si sono rifiutati di fornire testimonianza all’investigazione di alto livello sulle informazioni relative alla bomba di Omah.

Un membro dello Special Branch della Royal Ulster Constabulary (RUC) è stato tra quelli che hanno cooperato con l’inchiesta, ha detto Peter Gibson. La sua indagine ha respinto le voci che parlavano dell’occultamento di informazioni riguardanti l’attacco, che uccise 29 persone.

Un comitato di Westminster composto da parlamentari sta ascoltando prove sulla sua revisione, istituito dopo che il programma di BBC, Panorama, ha dichiarato che il centro per l’intercettazione delle comunicazioni governativo stava ascoltando i telefono cellulari utilizzati per coordinare l’esplosione del 1998 ad opera della Real IRA.

Gibson ha detto che uno dei poliziotti che lo snobbavano apparteneva al team di investigazioni.

“L’altro era dello Special Branch, non aveva guidato una squadra”, ha detto.

Aggiungendo: “Sarebbe una bella conferma per me se quanto ho ascoltato fosse la verità, ovviamente si cercano sempre più conferme possibili”.

Nel rapporto di Gibson ha detto che i dettagli sulle intercettazioni telefoniche realizzate dal quartier generale delle comunicazioni del governo britannico sono state passate in pronto e completo accordo con le procedure del caso.

Michael Gallagher, il cui figlio Aiden morì nello scoppio, ha detto: “E’ triste che queste persone con un’intera vita trascorsa a servire la legge abbiano deciso di non collaborare.

“Perché non vogliono continuare ad appoggiare l’ordine pubblico e accendere una lucce sull’accaduto?”