Robert Hamill - © Presseye

I procedimenti iniziano contro tre imputati – tra cui un ex agente della RUC e sua moglie – tutti accusati di aver alterato il corso della giustizia nelle indagini sull’omicidio settario di Robert Hamill avvenuto a Portadown

Il riservista della RUC in pensione Cecil Atkinson, sua moglie Eleanor Atkinson e Kenneth Hanvey hanno detto in aula di non voler contestare le indagini preliminari e di aver compreso le accuse rivolte contro di loro.

Gli Atkinson, di Brownstone Road a Portadown, sono accusati di aver cospirato tra loro, e con Andrea e Michael McKee, per alterare il corso della giustizia in date diverse tra l’8 settembre e il 30 ottobre 1997.

Hanvey, di Derryanvil Road a Portadown, è accusato di aver alterato il corso della giustizia il 25 novembre 1997.

Le accuse si riferiscono a ciò che i tre imputati hanno riferito agli agenti di polizia che indagavano sull’identità di chi fece una telefonata dalla casa degli Atkinsons alle 8:37 della mattina seguente alla mortale aggressione di Robert Hamill.

Robert Atkinson era uno dei quattro agenti della Royal Ulster Constabulary (RUC) a bordo di una Land Rover presente sulla scena dell’aggressione a Robert Hamill, avvenuta nel centro di Portadown la notte del 27 aprile 1997. Robert Hamill, colpito a calci e pugni da una folla di lealisti mentre era in compagnia di un suo amico, morì in ospedale dopo 12 giorni a causa delle gravi fratture.

Le accuse contro gli Atkinson e Harvey sono giunte dopo le raccomandazioni fatte dai membri dell’Inchiesta Hamill (Hamill Inquiry), istituita nel 2004 per analizzare la morte del venticinquenne di Portadown.

Il giudice distrettuale Peter King ascolterà le prove raccolte durante le indagini preliminari prima di decidere se i tre imputati dovranno rispondere in tribunale delle accuse rivolte contro di loro.