Ecco il comunicato rilasciato dai prigionieri repubblicani allineati al Republican Network for Unity/Cogus:

Republican Network for Unity - RNUNoi prigionieri di guerra di Cogus nella prigione di Maghaberry abbiamo dato dura battaglia per dare ogni opportunità all’accordo del 12 Agosto 2010 di svilupparsi!
Abbiamo assistito, in pratica dal giorno seguente all’accordo, alla lenta erosione e all’interpretazione dell’accordo da parte della POA (Prison Officers Association – Associazione delle guardie penitenziarie).

Il NIPS ha utilizzato l’accordo per indebolire i prigionieri di guerra e per metterli gli uni contro gli altri per danneggiare la lotta carceraria e, alla fine, la lotta più ampia repubblicana.
Abbiamo avvertito tutti quanti sulle conseguenze di giocare con l’accordo e con i prigionieri di guerra repubblicani!

I prigionieri di guerra di Cogus hanno dato tempo all’accordo, nonostante le nostre riserve e le preoccupazioni dei nostri rappresentanti all’esterno. Abbiamo fatto in modo di non prendere alcuna decisione istintiva e non abbiamo dato occasione a LPOA e NIPS per dire che i prigionieri di guerra repubblicani non hanno manteuto quanto scritto sull’accordo.

Martedì 28 giugno 2011 abbiamo fatto sapere ai nostri rappresentanti di aver aspettato abbastanza e di informare il Joint Facilitation Group (JFG – coloro che hanno facilitato l’accordo del 2010) che credevamo che l’accordo del 12 agosto avrebbe dovuto essere attuato pienamente entro il 1° luglio 2011, ben 11 mesi dopo la firma! Abbiamo informato i JFG ed i nostri rappresentanti all’esterno che il 1° luglio avremmo barricato l’ingresso della mensa e appiccato il fuoco alla barricata stessa. Avremmo anche distrutto le nostre celle ed iniziato la “dirty protest”.

I prigionieri di guerra repubblicani non chiedono alcuna concessione, come allude invece il DUP, chiediamo la piena attuazione di un accordo che abbiamo firmato tutti e la fine delle brutali perquisizioni degradanti (strip search). Questa settimana abbiamo presentato una proposta per mettere fine alla necessità di tali perquisizioni, abbiamo offerto anche un modo possibile per garantire un’ala armonica per TUTTI i prigionieri di guerra e per il personale che lavora nella Roe House. Venerdì queste opzioni sono state respinte tutte, nonostante la buona volontà dei prigionieri di guerra e delle persone all’esterno.

I prigionieri di guerra repubblicana fanno appello al Ministero di Giustizia e al NIPS di togliere la testa dalla sabbia e di smettere di usare atteggiamenti e modi creativi per risolvere la controversia nella prigione e per appoggiare i secondini, implementando pienamente l’accordo e mettedo alla fine alle strip search entro il 2011.

Infine chiediamo a tutti di seguire i prigionieri che hanno bisogno di tutto il vostro sostegno per far partire questo accordo.

Il rappresentante dei POW di Cogus, Roe House, Prigione di Maghaberry