Il comunicato rilasciato dai Prigionieri Politici Repubblicani di Roe 4 nella prigione di Maghaberry

Nelle ultime settimane i Prigionieri Repubblicani hanno osservato un incremento della repressione da parte dell’amministrazione penitenziaria. In questo periodo sono stati anche testimoni della nomina di una politica unionista al ruolo di Ministro della Giustizia, con i fondamentalisti del DUP a ricoprire posizioni chiave anche nel Comitato per la Giustizia. In maniera simile, hanno visto la nomina di un Segretario di Stato britannico con un trascorso al ministero della Sicurezza e Immigrazione sotto il primo ministro David Cameron.

È in questo contesto che è stato istituito un nuovo comitato in base al Fresh Start Agreement (Accordo per un Nuovo Inizio, Ndt) per esaminare le operazioni che vengono svolte nell’ala repubblicana.
 
Abbiamo sufficiente esperienza dello Stato britannico e dei suoi pupazzi per sapere che un tale comitato fornirebbe una copertura conveniente per coloro che cercano di continuare, e anzi intensificare, l’oppressione dei prigionieri repubblicani e anche per fornire copertura per coloro che cercano di spingere per mettere fine alla segregazione politica. Vorremmo quindi chiarire che eventuali manovre retrograde o regressive intraprese, sotto la copertura di questo organismo, incontreranno la massima resistenza da parte dei Prigionieri Repubblicani.
 
Gli uomini e le donne irlandesi hanno una storia orgogliosa di resistenza nelle prigioni britanniche e chi crede che i Prigionieri Repubblicani a Maghaberry siano differenti, si troveranno nel torto. Non abbiamo bisogno di utilizzare la retorica per enfatizzare questo punto, stiamo semplicemente chiarendo che non ci sono dubbi che difenderemo la nostra integrità come Prigionieri Politici Repubblicani.

Republican Prisoners
Roe 4
Maghaberry