Disordini lealisti, 9 agosto 2013, Belfast

Un leader di Protestant Coalition ha affermato che gli attacchi di venerdì sera contro la polizia erano “giustificati”

Sam McCrory, presidente del partito lealista lanciato meno di quattro mesi fa, ha anche aggiunto che la polizia “ha preso una sonora bastonata ed è giusto così”.

Nei commenti su Facebook, che potrebbero avere gravi ripercussioni legali per McCrory, il politico ha difeso esplicitamente la violenza.

Questo atteggiamento mette Protestant Coalition, formazione nata dalle dispute per le bandiere, in una posizione più intransigente rispetto al Progressive Unionist Party, l’ala politica della UVF, che ha condannato la rivolta.

E in un altro video prodotto da Protestant Coalition, McCrory si è preso il merito per aver fermato la marcia repubblicana prima del suo ingresso in Royal Avenue. Ripreso dopo i disordini, McCrory ha affermato: “È stata una vittoria della comunità protestante, unionista e lealista qui nel centro di Belfast. I repubblicani non sono riusciti a sfilare nel centro della nostra città. Sono stati fatti girare altrove. Noi rivendichiamo la vittoria per i cittadini decenti di Belfast”.

Sabato, rispondendo su Facebook al commento scritto dall’ex membro del TUV David Vance, secondo cui la violenza a Belfast era sbagliata, McCrory ha scritto: “David, non sono d’accordo con te sulla parola SBAGLIATA. Ritengo dovresti sostituirla con la parola GIUSTIFICATA. Da persona sul campo per tutto ieri e la sera, ho visto coi miei occhi la brutalità delle polizia contro uomini, donne e bambini senza essere provocati e solo per soddisfare il volere di qualcuno.

“Questa non è la prima volta che ho assistito ad eventi come questo, quando la polizia arriva ore prima della parata in modo da farla iniziare.

“(La polizia) ha preso una sonora bastonata ed è giusto così perché noi come popolazione ne abbiamo avuto abbastanza e quello che è avvenuto la scorsa notte è solo l’inizio della marea”.

McCrory ha spiegato di voler vivere in “una società pacifica”, ma ha detto: “Quando il mazzo è ingiustamente voltato contro di te, l’unico modo per sfidare il banco è fare tutto quello che puoi”.

Ier McCrory si è reso non rintracciabile. Anche un collega di Protestant Coalition non è riuscito a raggiungerlo.

Il parlamentare unionista John McCallister ieri sera ha condannato i commenti di Sam McCrory.

Il vice leader di NI21 ha detto: “Non c’è nessuna giustificazione per quello che è successo venerdì sera a Belfast. Quando io condanno la violenza, lo faccio senza se e senza ma o percome: era sbagliata. Il ferimento dei poliziotti, la distruzione della nostra immagine a livello internazionale, mettere a repentaglio gli investimenti – è tutto sbagliato”.

McCallister ha detto che, lungi dall’essere una “vittoria” per l’unionismo, come invece affermato da McCrory, i disordini di venerdì sono stati un disastro per tutti, in Irlanda del Nord. Ha detto che “la stragrande maggioranza” delle persone troverebbe “folle” vedere una sommossa come una vittoria.