La polizia in Irlanda del Nord deve eseguire un ordine del tribunale che chiede la consegna di rapporti segreti sulla presunta politica dello sparare-per-uccidere durante i Troubles

shoot-to-killMentre la PSNI sta cercando di capire quali parti dei controversi rapporti Stalker e Sampson posso essere svelati, l’Assistente del Comandante della Polizia, Drew Harris, ha detto che la polizia non può andare contro al medico legale regionale John Leckey.

A settembre Leckey diede al nuovo comandante della polizia Matt Baggott fino a lunedì prossimo – il 9 novembre – per rilasciare al Tribunale Medico Legale i rapporti mai pubblicati, per aiutare la loro indagine sulla morte di sei uomini provocata dalla Royal Ulster Constabulary alla fine del 1982.

Stabilì una data di scadenza per contrastare il rifiuto della polizia di consegnare il materiale ai tribunali.

Giovedì Harris ha detto all’organismo di controllo della polizia – il Policing Board – che le responsabilità nelle inchieste non saranno ignorate.

“Certamente obbediremo al medico legale ma ci sono problemi specifici che vogliamo affrontare, in materia alle rivelazioni e alle informazioni che sono state cercate”, ha detto.

“Questo è il lavoro in corso e credo che il 9 novembre avremo una certa chiarezza intorno a questi problemi, ma di sicuro acconsentiremo alle direzioni del medico legale e alla nostra responsabilità verso il tribunale in rispetto a questa inchiesta”.

Le presunte operazioni di “shoot-to-kill” (sparere-per-uccidere) furono eseguite nella zona della Contea di Armagh nelle settimane seguenti alla morte di tre agenti della RUC a causa di una mina piazzata dall’IRA.

Si riferiscono a tre separati incidenti:

Le indagini sulla volontà di uccidere da parte della polizia furono condotte dall’ex vice comandante della polizia di Gretare Manchester, John Stalker, e da Sir Colin Sampson della West Yorkshire Police.

Mentre a Leckey vennero mostrati i rapporti successivi, ordinò che fossero messi a disposizione del tribunale affinché le inchieste possano finalmente fare il proprio corso.

Il medico legale afferma che il comandante della polizia poteva fare delle puntualizzazioni qualora le ritenesse necessarie e che le avrebbe analizzate per vedere se vi fossero motivi per richiedere la rivelazione di altri dettagli prima dell’udienza preliminare del 23 novembre.

Alex Attwood, membro dello SDLP nel Policing Board, ha accolto favorevolmente la volontà di Harris di acconsentire alla richiesta.

“Si tratta di un principio favorevole, affinché i documenti che possono gettare luce sul passato diventino maggiormente disponibili”, ha affermato.

“Potranno essere puntualizzati, potranno essere modificato, ma il principio è comunque benvenuto e dico grazie alla polizia per aver accettato tale principio”.