Sono 3,7 i milioni di sterline utilizzati dal Northern Ireland Fire and Rescue Service per spegnere i bonfire negli ultimi 5 anni

BonfireI pompieri sono stati chiamati ad affrontare un totale di 1.352 bonfire tra maggio e luglio 2009, con un costo di 894.076 sterline.

Le cifre per la stagione delle marce 2010 non sono ancora state rivelate.

I numeri sono stati rilasciati dall’Assemblea di Stormont dopo una richiesta, eseguita in base al Freedom of Information Act, da parte di Thomas Burns dell’SDLP.

Il parlamentare di South Antrim ha definito “ridicoli” i costi. Per il politico la più grande percentuale dei soldi viene spesa per affrontare i comportamenti anti-sociali tenuti nel periodo di avvicinamento al 12 luglio.

“I costi stanno aumentando ogni anno e non possiamo permettere che continui così”, ha affermato Burns.

“Ciò non ha nulla a che fare con la cultura orangista o con la tradizione. E’ semplicemente comportamento anti-sociale della peggior specie e sta costando una fortuna.

“Le chiamate verso i bonfire dell’11 notte non sono il problema, sono gli elementi anti-sociali che gironzolano intorno a tali luoghi nelle settimane e nei mesi precedenti a provocare tutti i disordini.

“Gruppi di giovani siedono su vecchi divani bevendo, accendendo piccoli fuochi, incendiando i bonfire dei rivali e generalmente causando disturbo fino alle prime ore del mattino.

“Chiedo alla PSNI di fare di più per togliere dalle comunità questi elementi di disturbo che affliggono molti quartieri e mettono una pressione non necessaria sui nostri servizi di emergenza per intere settimane durante l’estate”.