L’operazione della polizia ha portato al fermo di quattro uomini, portati a Belfast

La polizia ha perquisito 15 abitazioni, compresa quella di un’importante famiglia repubblicana.

L’operazione si è svolta nella zona di Woodville a Lurgan.

Mandy Duffy, attivista repubblicana di North Armagh, ha confermato su Facebook che sono state perquisite anche le abitazioni della sua famiglia: “Eccoci di nuovo… Le case di alcuni membri della famiglia Duffy vengono perquisite fin da questa mattina presto. Basta con la polizia politicizzata in Irlanda!”.

Tre uomini sono stati fermati a Lurgan. Due di loro hanno 22 anni, il terzo ne ha 24. L’ultimo fermato, di 46 anni, è stato arrestato a Coalisland mentre la polizia perquisiva con i cani le abitazioni di Lurgan.

Tutti i quattro arrestati sono stati trasferiti a Belfast ed interrogati dalla PSNI. Il parlamentare del DUP, David Simpson, ha detto di sostenere l’operazione di sicurezza ma si è detto preoccupato per l’incremento di presunte attività legate ai repubblicani contrari al processo di pace.

Doug Bettie, parlamentare UUP, ha detto che le ricerche hanno evidenziato “l’approccio proattivo della PSNI nel danneggiare questo tipo di attività”-

La parlamentare dello Sinn Féin Catherine Seeley, invece, ha condannato chi aveva lasciato un presunto ordigno a poca distanza. “Questo allarme sicurezza e le perquisizioni non hanno portato a nulla, hanno solo provocato disagio alla comunità di Kilwilkie”, ha affermato.

La zona di Lurgan e Craigavon è una delle roccaforti dei gruppi repubblicani che si oppongono al governo condiviso nella Sei Contee. Nel 2009 un commando della Continuity IRA uccise l’agente di polizia Stephen Carroll a Craigavon. Fu il primo agente della forza di polizia riformata colpito a morte dai paramilitari repubblicani.