Le vittime delle bombe di Claudy del 1972 sono state disattese da un’operazione di copertura che ha coinvolto poliziotti della RUC e il governo nella protezione di un prete cattolico ritenuto uno dei sospettati

Padre James ChesneyNove persone sono morte e 30 sono rimaste ferite nella cittadina della Contea di Londonderry, quando tre autobombe esplosero in rapida successione il 31 luglio 1972.

I detective ritenevano padre Chesney il direttore delle operazioni dell’IRA nel sud Derry, coinvolto negli attacchi di Claudy e in altri episodi di terrorismo, ma non lo hanno mai interrogato.

Martedì scorso, il Police Ombudsman ha detto che le indagini della RUC su tale atrocità erano state compromesse dalla decisione di richiedere l’assistenza del governo, attraverso colloqui con membri anziani della Chiesa cattolica.

“Gli investigatori del Police Ombudsman hanno parlato con un ex detective dello Special Branch che ha detto di aver voluto arrestare padre Chesney nei mesi seguenti alle bombe”, spiega il rapporto.

“Ma che questa volontà era stata respinta dall’Assistant Chief Constable (ACC) dello Special Branch”.

I politici temevano che l’arresto di un sacerdote in connessione con l’attacco potesse destabilizzare ulteriormente la situazione della sicurezza.

Le bombe di Claudy del 1972 sono esplose sei mesi dopo il Bloody Sunday, nell’anno più sanguinoso dei Troubles.

L’allora Segretario di Stato William Whitelaw ed il capo della Chiesa cattolica in Irlanda, Cardinale William Conway, si incontrarono per discutere dello scandalo, dopo essere stati avvicinati da un ufficiale della RUC.

Dopo la riunione padre Chesney venne trasferito nel 1973 in una parrocchia nella Contea di Donegal, fuori della giurisdizione del Nord, dove morì nel 1980.

I funzionari di Hutchinson hanno esaminato i diari ufficiali appartenenti al Cardinale Conway che ha confermato il contatto tra lui e Whitelaw sul prete e la corrispondenza tra la RUC, guidata dal Chief Constable Sir Graham Shillington, e il governo.

“In assenza di spiegazione delle azioni degli ufficiali RUC, nel cercare ed accettare l’assistenza del governo nel trattare il problema di padre Chesney operando male, bisogna definirlo un atto di collusione”, ha detto Hutchinson.

“La conseguenza della loro acquiescenza fu che l’inchiesta venne ulteriormente compromessa. La decisione ha disatteso ciò che si aspettavano quanti furono uccisi e feriti nel bombardamento. Anche gli agenti di polizia che stavano lavorando all’inchiesta sono stati messi a repentaglio”, ha aggiunto.

Nessuno è mai stato accusato degli omicidi, avvenuti nello stesso giorno le truppe britanniche presero d’assalto le aree no-go (quelle in cui a polizia e esercito era impedito di entrare) a Derry come parte dell’Operazione Motorman.

Whitelaw, ministro nel governo conservatore di Edward Heath, è morto nel 1999, il Cardinale Conway nel 1977 e Sir Graham nel 2001.

“I responsabili chiave delle decisioni della polizia di cui alla presente dichiarazione sono deceduti. Se fossero stati vivi oggi le loro azioni avremmo potuto chiedere spiegazioni che sarebbero stati oggetto di ulteriori indagini”, ha detto Hutchinson.

Cosa ha scoperto il rapporto Hutchinson, il Police Ombudsman

  • I detective ritenevano padre Chesney direttore delle operazioni dell’IRA nel sud Derry ed fu uno dei primi sospettati per l’attentato di Claudy e per altri attacchi terroristici.
  • Una richiesta di arresto nei confronti del religioso è stata rifiutata da un Assistant Chief Constable dello Special Branch della RUC Special Branch.
  • Lo stesso ufficiale scrisse al governo circa le azioni da adottare per rendere “inoffensivo un sacerdote pericoloso” e chiese se la questione poteva essere sollevata con la gerarchia della Chiesa cattolica.
  • Nel dicembre 1972 Whitelaw incontrò il Cardinale Conway per discutere la questione. Secondo un funzionario del Northern Ireland Office, “il cardinale disse di sapere che il prete era un uomo molto cattivo e avrebbe visto cosa poteva essere fatto”. Il leader della chiesa menzionò “la possibilità di trasferimento in Donegal…”
  • In risposta a questa nota, il Chief Constable della RUC, Sir Graham, osservò: “Preferirei un trasferimento in Tipperary”.
  • Una voce nel diario di Cardinale Conway del 5 dicembre 1972 ha confermato l’avvenuto incontro con l’onorevole Whitelaw e ha dichiarato che ci fu “piuttosto un inquietante tète-à-tete, su C”.
  • In un altro diario di due mesi dopo, il cardinale ha osservato che aveva discusso la questione con il superiore di padre Chesney e che “il superiore però gli aveva dato l’ordine di rimanere dove si trovava in congedo per malattia fino a nuovo ordine”.

Claudy bombing. Report from Police Ombudsman
http://www.lesenfantsterribles.org/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif Il rapporto del Police Ombudsman sulle bombe di Claudy. In inglese | The report on Claudy bombing, published by Police Ombudsman Dimensione / Size:
2.45MB
Scaricato / Clicks:
262