Kerry Brown

La finestra di una casa occupata da una donna e tre bambini è stata infranta nelle prime ore di venerdì. La polizia ritiene sia un crimine d’odio

Kerry Anna Brown, che abita nella casa con i suoi tre figli di età compresa tra 2 e 10 anni, ritiene che l’abitazione possa essere stata attaccata perché lei è nera.

“Non so cosa dire (ai figli) perché non so neppure io cos’è accaduto” ha affermato la donna alla BBC.

“L’unica conclusione cui posso giungere è che sono nera, faccio parte di una minoranza etnica.

“Ci sono così tante altre case in questa strada e la mia è l’unica ad essere stata attaccata”.

La polizia ha detto di aver ricevuto un rapporto poco dopo le due del mattino, in cui si diceva che una finestra di una casa nella zona di Linford Green a Whiteabbey, Newtownabbey, era stata infranta.

Il consigliere UUP John Scott ha condannato l’attacco vigliacco, spiegando che è l’ultimo attacco contro la proprietà.

“Ho appreso che la casa è stata attaccata in precedenza, che sono stati scritti graffiti razzisti e la polizia sta trattando quest’ultimo incidente come un crimine d’odio”, ha affermato.

“Questa è una situazione totalmente inaccettabile che disgusterà la maggior parte degli abitanti di Rathcoole che vogliono semplicemente vivere in pace e armonia con tutti i loro vicini, senza riguardi per il colore della pelle, credo o nazionalità”.