Scuola

La polizia sta indagando sulle minaccia sollevate contro alcune scuole di North Belfast

Venerdì le minacce sarebbero partite dal gruppo paramilitare lealista dei Red Hand Defenders.

La PSNI è stata avvertita della minaccia e sta svolgendo indagini. Chiede ai leader comunitari di giocare “un ruolo attivo nel allentare la tensione”.

La dichiarazione continua: “La polizia è a conoscenza di una minaccia fatta in relazione ad un certo numero di scuole di North Belfast.

“La minaccia è stata fatta venerdì 6 settembre 2013 attraverso una terza parte. Le Indagini sono in corso. In questa fase non ci sono prove per corroborare la minaccia.

“La polizia si è impegnata a tutelare tutte le comunità di North Belfast e vorremmo incoraggiare tutti i leader della comunità e quelli in posizioni di influenza di svolgere un ruolo attivo nel diminuire la tensione e mantenere la calma”.

Gerry Kelly dello Sinn Féin ha condannato la minaccia.

“Questa è una vergognosa e sinistra dichiarazione contro i bambini delle scuole, i loro genitori e gli insegnanti”, ha detto il parlamentare di North Belfast.

“I responsabili hanno minacciato azioni violente contro i bambini.

“Dobbiamo ora vedere i leader unionisti e lealisti uscire e condannare queste minacce nei termini più forti possibili, chiedere ai Red Hand Defenders di ritirare questa minaccia e sostenere attivamente i diritti di ogni bambino di frequentare qualsiasi scuola di loro scelta ovunque sia situata e ricevere la loro educazione con senza paura o intimidazione”.