L'”International Day of Action” è la dimostrazione che l’opposizione all’ingerenza politica inglese sull’isola d’Irlanda è ancora forte e per nulla vicina alla resa.

L’Europa deve prendere atto che un suo Stato membro sta occupando un altro suo Stato membro illegittimamente e brutalmente da più di otto secoli.

Questo non è più accettabile.

E prima l’Unione Europea deciderà di intervenire, prima si potrà arrivare ad una soluzione definitiva.

Noi del Republican Sinn Féin ci opporremo comunque, sempre e con immutato impegno, ad ogni proposta di soluzione che non preveda il totale ed incondizionato ritiro sia dell’esercito sia dell’establishment politico britannico dal 6-Counties occupato.

Manifestazioni come quella che si è tenuta il giorno 8 ottobre 2011 a Roma, di fronte all’Ambasciata britannica – nella quale abbiamo assistito ad una grande partecipazione popolare – ci danno ancora più forza.

Noi continueremo a lavorare, senza compromessi, fin quando non vinceremo la battaglia per l’autodeterminazione del popolo d’Irlanda.

Massimiliano Vitelli
Republican Sinn Féin, portavoce per l’Italia

Galleria fotografica

Manifestazione a Roma, 8 ottobre 2011Manifestazione a Roma, 8 ottobre 2011Manifestazione a Roma, 8 ottobre 2011Manifestazione a Roma, 8 ottobre 2011Manifestazione a Roma, 8 ottobre 2011