Questo viene chiesto alla marcia commemorativa in ricordo del Bloody Sunday

Le scoperte della Saville Inquiry, la più lunga della storia legale britannica e costata 200 milioni di sterline, dovrebbero venire alla luce a marzo.

Quattordici persone furono assassinata dopo che i paracadutisti aprirono il fuoco sui dimostranti per i diritti civili il 30 gennaio 1972 a Derry.

Martin McGuinness, vice primo ministro nordirlandese, ha detto: “E’ tempo che Lord Saville faccia uscire la verità, in modo che il mondo possa sapere come dopo l’uccisione dei tuoi cari – le nostra gente – da parte del suo esercito, l’establishment britannico ha instaurato una campagna di menzogne ed inganno per coprire le sue azioni omicide”.

“(Saville) deve prendere tutte le misure per assicurarsi che il suo rapporto sia pubblicato senza ulteriore ritardo.

“Ed il governo inglese deve assicurare che le imminenti elezioni di Westminster non siano utilizzate come ulteriore scusa per ritardare la sua pubblicazione”.

Mark Durkan, SDLP, dice che le famiglie non devono rimetterci a causa di qualsiasi cambiamento a Westminster, dopo la pubblicazioe del rapporto.

“Il governo britannico deve fornire alle famiglie un adeguato trattamento e considerazione dopo la sua pubblicazione”, ha aggiunto.

Hanno testimoniato davanti al tribunale guidato da Lord Saville più di 900 testimoni.

Ordinata dall’ex primo ministro Tony Blair nel 1998 dopo una campagna portata avanti dalle famiglie dei feriti, è divenuta l’inchiesta più lunga e costosa nella storia legale britannica.

Il primo testimone fu ascoltato a novembre 2000, l’ultimo a gennaio 2005.

Il tribunale ha ricevuto 2.500 dichiarazioni da parte di testimoni e 160 volumi di prove.

I parenti delle vittime hanno chiesto la pubblicazione immediata del rapporto, ma ci sono stati numerosi ritardi nella finalizzazione del dossier.

Durkan ha aggiunto: “So che l’annuncio dello scorso settembre, secondo cui il rapporto non sarà pronto fino al 22 marzo, ha portato molto disappunto e alcune preoccupazioni alle famiglie. Condivido pienamente quelle frustrazioni.

“Crea ancora più implicazioni e potrebbe creare ancora maggiori complicazioni”.