Due prominenti repubblicani, accusati per presunti reati, sono stati rilasciati con la condizionale dopo aver trascorso più di due anni in prigione

Colin Duffy, di Lurgan, e Alex McCrory, di West Belfast, erano in attesa di essere portati in giudizio fin dal 2013.

I due repubblicani sono stati rilasciati mercoledì pomeriggio.

La giudice Fiona Bagnall ha acconsentito di rilasciarli con la condizionale a causa del grave ritardo nel portare il loro caso in tribunale.

Le loro condizioni di rilascio includono garanzie per 10.000 sterline, il divieto di incontrarsi tra loro ed il coprifuoco tra le 20 e le 7 del mattino.

Anche un altro repubblicano, accusato di reati simili, Harry Fitzsimmons, era stato rilasciato in precedenza.

I tre uomini sono accusati di cospirazione per assassinare agenti della PSNI, possesso di armi da fuoco ed esplosivi e appartenenza ad un’organizzazioen proscritta – l’Irish Republican Army (IRA).

Colin Duffy è accusato anche di direzione di terrorismo.

I presunti reati sono legati ad un attacco armato contro un convoglio della PSNI che transitava per North Belfast a dicembre 2013.

Dopo il loro rilascio Mandy Duffy, portavoce dell’Irish Republican Prisoners Welfare Association (IRPWA), ha criticato l’enormità di tempo trascorso in carcere dagli uomini.

“Questo è un chiaro caso di internamento per custodia cautelare” ha detto Mandy Duffy.

“Questi uomini sono stati rimandati in custodia superando il limite di questo strumento per 10 volte. È una disgrazia e mancanza di un giusto processo”.

Colin Duffy, Alex McCrory e Harry Fitzsimmons saranno nuovamente in tribunale oggi per un’udienza che dovrebbe stabilire se ci sono sufficienti prove per iniziare un processo contro di loro.

Colin Duffy | © PacemakerMandy Duffy di IRPWA | © Mal McCannAlex McCrory e Colin Duffy | © Pacemaker