uvfLa polizia nordirlandese ha rilasciato l’uomo arrestato nel Kent per l’uccisione di sei persone in un bar nella Contea di Down 14 anni fa.

Arrestato a Maidstone, nel Kent, per il presunto coinvolgimento nell’agguato condotto da una cellula dell’Ulster Volunteer Force a Loughinisland nel 1994, mentre gli avventori del bar O’Toole stavano assistendo alla partita della Coppa del Mondo di calcio tra Irlanda ed Italia, l’uomo ha risposto alle domande della polizia anche per il tentato omicidio di altri cinque persone presenti nel bar.

La polizia lo ha interrogato nella stazione di Antrim, da dove è stato rilasciato ieri sera senza alcuna accusa.

I sei uomini assassinati, Adrian Rogan, Eamond Byrne, Patsy O’Hare, Dan McCreaor, Barney Gree e Malcom Jenkinson, stavano guardando la televisione quando il gruppo armato ha fatto irruzione nel locale, chiudendo a chiave la porta dietro di sé ed intrappolando i presenti. Hanno seguito ogni vittima all’interno del bar, colpendola tra due e cinque volte con le armi in possesso. Finiti tutti i proiettili, si sono allontanati dall’area.

Nel 2006 le famiglie delle vittime hanno fatto ricorso alla Police Ombudsman, Nuala O’Loan, a causa degli errori commessi dagli investigatori. Tra l’altro, per un errore, la Psni distrusse la macchina utilizzata dai lealisti per fuggire, compromettendo, secondo i parenti delle vittime, la possibilità di conoscere l’identità dei componenti del gruppo.