Rosemary NelsonLa pubblicazione di due inchieste pubbliche sui controversi omicidi avvenuti durante i Troubles è stata rimandata.

I rapporti sulla morte di Robert Hamill e Rosemary Nelson dovevano essere pubblicati dal governo britannico entro fine anno.

Ma il Segretario di Stato nordirlandese Owen Paterson ha informato la House of Commons che il rapporto Hamill non è atteso prima della fine di febbraio mentre quello relativo all’omicidio della Nelson verrà rilasciato almeno un paio di mesi dopo, non prima di aprile 2011.

L’inchiesta su Robert Hamill a oggi è costata quasi 40 milioni di euro (32,4 milioni di sterline) mentre l’inchiesta su Rosemary Nelson ha prodotto un conto di oltre 55 milioni di euro (45,5 milioni di sterline).

Robert HamillRobert Hamill, 25nne cattolico, morì dopo essere stato aggredito da un folto gruppo di lealisti a Portadown, nel 1997. La denuncia dei testimoni fu che agenti di polizia guardarono il brutale pestaggio ma non intervennero a fermare i lealisti.

Rosemary Nelson, avvocatessa cattolica di Lurgan, morì nel marzo 1999 quando i lealisti piazzarono una bomba sotto alla sua autovettura parcheggiata fuori dalla sua abitazione. Nel suo caso la polizia ignorò completamente le minacce di morte rivolte contro la donna.

Paterson ha sottoposto una dichiarazione scritta al Parlamento per illustrare il ritardo. “Ho scritto ad entrambi i gruppi inquirenti, chiedendo loro di velocizzare il lavoro e di tenere bassi i costi nei mesi rimanenti”, ha affermato.

Gli omicidi Hamill e Nelson furono due dei quattro assassinii per i quali l’ex giudice Peter Cory raccomandò di eseguire un’accurata inchiesta, per indagare le voci di collusione tra lealisti e forze di sicurezza.

Il rapporto finale sull’inchiesta compiuta sulla morte del leader lealista Billy Wright, avvenuta nel 1997 nel carcere di Maze per mano di un commando dell’INLA, è stato pubblicato a settembre e non ha trovato tracce di collusione tra i paramilitari repubblicani ed i membri delle forze di sicurezza nel carcere.

L’inchiesta sulla morte dell’avvocato cattolico Pat Finucane, avvenuto nella sua casa di Belfast nel 1989 per mano di paramilitari lealisti, non è ancora stata avviata. Il segretario di Satao Paterson deciderà il prossimo anno se tale inchiesta verrà eseguita.