RNU | Republican Network for Unity

Il portavoce di Republican Network for Unity, Martin og Meehan, ha espresso il suo disgusto per l’intimidazione congiunta di MI5, esercito inglese e PSNI avvenuta a Banbridge domenica 26 giugno contro famiglie repubblicane

Meehan ha spiegato: “Quella che doveva essere stata una giornata istruttiva e piacevole – da Belfast fino alla Kilmainham Gaol di Dublino – si è trasformata in un incubo per gli attivisti RNU e le loro famiglie, dopo che la RUC/PSNI in un convoglio di veicoli ha chiesto al conducente del pullman di fermarsi sull’autostrada A1, appena fuori Banbridge, Contea di Down. Immediatamente dopo essrsi fermato, un certo numero di membri ostili del Tactical Support Group (TSG) sono saliti a bordo del bus e hanno ordinato a tutti i 21 passeggeri di scendere, mentre brandevano armi pesanti, sempre urlando abusi ai bambini terrorizzati.

All’esterno, le famiglie erano circondati da una squadra di cinquanta mebri del TSG, che hanno ordinato loro di non muoversi tenendoli sotto tiro. Alcuni bambini hanno pianto per la paura (il più piccolo aveva appena tre anni) e si aggrappavano ai loro genitori. Un funzionario della RUC/PSNI, ha identificato tre figure in borghese che sono rimasti sulla scena per tutto il tempo in qualità di comandanti. Questi tre uomini preferivano indicare piuttosto che parlare, probabilmente a causa del loro accento inglese.

Tutti, compresi gli anziani ed i bambini sono stati forzatamente perquisiti, hanno dovuto fare il tampone alla ricerca di residui di arma da fuoco ed esplosivi da parte di una squadra forense vestita di tute nere che si è identificata come “esercito”. I passeggeri sono stati anche videoregistrati, fotografati e trattenuti sul ciglio della strada per oltre due ore in base alla “Sezione 24 Antiterrorismo”, una legge molto abusata.

Spettatori interessati e un certo numero di amici che hanno assistito al deplorevole incidente sono stati successivamente minacciati dalla RUC/PSNI. Le madri si sono lamentate per il maltrattamento dei bambini, ma alcuni hanno pianto dopo che la RUC non riformata ha respinto le loro giustificate preoccupazioni. I padri hanno espresso la loro rabbia per l’ingiustificata “operazione di sicurezza” che ha distrutto una piacevole giornata in famiglia. Dopo, naturalmente, non aver trovato nulla sul guidatore e sui passeggeri, i soldati britannici hanno fatto a pezzi l’autobus. Hanno rimosso anche i posti a sedere fissi, ma sono rimasti a mani vuote”.

Conclude Meehan: “Questo incidente vergognoso illustra chiaramente le molestie contro gli attivisti repubblicani e le loro famiglie. Comparare i maltrattamenti brutali di domenica contro le famiglie repubblicane, con il rifiuto dlla RUC/PSNI rifiuto di fermare un pogrom settario a Short Strand la scorsa settimana. Dimostra anche la natura invariata della RUC/PSNI, dell’MI5 e la collusione dell’esercito britannico nelal Sei Contee. La RUC/PSNI non è una forza di polizia riformata – è stata ed è, la stessa forza politica britannica di polizia imposta alla comunità per decenni”.